mercoledì 9 dicembre 2009

IL MIO RIFUGIO di Gabriele Prignano





            (Edvard Munch, Il bacio)


Mai più guarderò in alto il cielo nero
maledetto
né ombre losche rintanate nel buio
nascondiglio
di memorie impolverate
covo di mie paure.
Te guarderò te sola
tra tue braccia
rifugio difesa amore
Ora subito
notte illumini corpi
nudi avidi avvinti
e puzzle di parole
si levino in fiamme
tenero scopro bocciolo
a te incateno mia carne
ora solo ora
rivivo gioia danza desideri
ansia dolore musica sospiri
pioggia di sorrisi
intrecci di sguardi
legami di lingue
nell’invincibile malinconia
di una notte senza stelle
rivivo il Desiderio ultimo
di lacrime, sospiri e grida.
Di te nutro
insaziabile supplichevole
inesausto mio amore.
E il cielo fuga. 






(Battiato)

49 commenti:

  1. Avverto una cifra sensuale che mi ricorda certa poesia dannunziana. Ciao

    Teresa Ferri

    RispondiElimina
  2. Te guarderò te sola
    tra tue braccia
    rifugio difesa amore
    Ora subito


    Gabriele, sempre le tue visioni d'amore bellissime. Questa è ancora più dolce e accativante. Se c'è qualcosa che ci salva è l'amore. Non altro ci mette a riparo da dolori e tormenti. E la poesia, che ci rende più vivi e ci permette di comunicare con altri. Amore e poesia sono un bel binomio amore e poesia. In questo caso eros e thanathos

    RispondiElimina
  3. Come sempre la Donna è l'ancora, l'essenza, il senso del vivere, fonte di piacere, soggetto di passione e dedizione, ma questa volta è anche lo scoglio a cui aggrapparsi per allontanare quel cielo nero, incombente, buio, senza stelle, al quale siamo destinati e che silenzioso attende. E' evidente che in quel cielo non ci saranno gioie ed affetti, ma il nulla ed allora il desiderio è allontanarlo e trovare ancora una volta riparo nel suo Rifugio. Poesia che mi arriva dolente, densa di paura e che diventa più tenere letta con il sorriso lieve di Gabriele. Complimenti sinceri e un caro saluto. Saverio

    RispondiElimina
  4. aro Gabriele , quanta infinita dolcezza e passione emerge dalle poesie per la tua amatissima moglie...Donna fortunata! E la donna e' spesso protagonista delle tue meravigliose e delicatissime liriche , preziose e leggere come ali di farfalla, come una brezza leggera , dalla quale vorremmo tutti farci accarezzare....Incantevole!Grazia

    RispondiElimina
  5. Il nascondiglio di memorie impolverate è un covo di paure ed allora l'unica fonte che non nasconde ma asseconda è quel calore che proviene da braccia che ti accolgono e ti stringono a se per regalarti notti che illuminano corpi nudi avidi e avvinti. Eppure, pur nutrendoti di quell'amore c'è quel tormento interiore nell'invincibile malinconia di una notte senza stelle, di quel cielo enigmatico dove spesso rifuggono i pensieri... Pur se velata di malinconia tremendamente romantica. Pasquale Federico

    RispondiElimina
  6. Caro Gabriele, ho visto il video, perchè mi piace ascoltare la tua voce... La tua poesia è dolcissima. Ecco la vera Musa, ecco la vera donna, ecco l'amore vero che illumina ombre e scaccia il buio e allontana paure. Ecco la donna, che accoglie nella sua, la tua carne, che come acqua sorgiva fa rinascere sensazioni, gioie, lacrime e sospiri che tutto abbagliano e inondano di luce.Bianca De Montis

    RispondiElimina
  7. mmensamente romantica...densa di attimi di emozioni che nel tempo si rievocano con la stessa intensità ...Una struggente malinconia accompagna questa splendida e toccante lirica...Dolcemente e soavemente ..l'amore e le infinite sensazioni riemergono.
    Amore che nutre ancora la vita ....Grazie Gabriele...sei coinvolgente e amorevole...Un bacio ♥ Adriana Ingrassia

    RispondiElimina
  8. E' una lirica molto intensa, dolce, romantica.Nel suo essere un po' crepuscolare, lascia trasparire una sofferenza di ciò che non si è avuto, un restrigersi in sé, nel proprio amore, nucleo di un passato timoroso e di un futuro forte solo se concatenato all'amata, in un'unica identità prima traslata e poi fusa; un abbraccio voluttuoso, un appagamento e compenetrazione di corpo, mente ed anima.

    Sempre straordinario Gabriele, maestro di sublimi emozioni. Isabella

    RispondiElimina
  9. TRAVOLGENTE....PENSIERO ULTIMO DI SPIRITO VIVO :MALINCONIA DI TEMPI RUBATI DAL TEMPO MEMORIRE VELATE DATRISTEZZA DI GIOIE PASSATE..RAMMENDARE IL PENSIERO E AVERE UNA ULTIMA GIOIA RICOMPENSA E L ANIMA KE GRIDA E UN CUORE ACCESO DA DESIDERIO E TENEREZZA Castello Angela

    RispondiElimina
  10. L'amore dei sensi come porto sicuro in cui il travaglio, la disperazione e i dubbi, trovano il limite esistenziale che li sconfina e li allontana: la pace e la serenità, la voluttà dell'amplesso amoroso determinano la consapevolezza di essere carne e piacere, quasi una sembianza irreale in cui si annientano il male e la disperazione per la perdita Anita Laporta

    RispondiElimina
  11. bellissima Gabri..si sente un richiamo d'amore, tutto l'amore: il lato dolce e romantico, la necessità fisica, il contatto necessario all'amore e per l'amore, la supplica sempre dignitosa di chi ama e non se ne vergogna, complimenti Poeta del mio cuore, un caro saluto Gabri, ti voglio molto bene Tatyana

    RispondiElimina
  12. Potrei decidere la mia vita leggendo questi versi e sai perchè?
    c'è la maturità di una conoscenza che sconfina con la disarmonia incalzante di un desiderio egoistico!
    continuo ad assaporare la gioia attraverso te....
    immenso affetto!
    Angela Olino

    RispondiElimina
  13. Sei un vero Maestro inimitabile che al di la' dell'indiscutibile Classe e Maestria nel Poetare riesci oltre all'ammirazione
    a suscitare grande partecipazione emozionale Michelangelo Marson

    RispondiElimina
  14. Anch'io mi rifugio in qulcosa che ho sperato giungesse a mè per lungo tempo,ma tutto è rimasto nell'ari: limpidi ricordi, frasi già dette.Ora mi domando:ma forse ho sognato??? Letizia

    RispondiElimina
  15. ai cosa penso delle tue poesie....tuttavia mi commuove il senso dei pensieri ultimi......e il cielo (destino? sfortuna?) che fuga....ma non è possibile!!!....notte senza stelle....perchè? si è inaridita la linfa di affetti antichi? Ti appaga la sbornia del presente? Scusami...ma è perchè in fondo mi dispiace....
    Questa poesia per me è una nota dolente..Adriana Pedicini

    RispondiElimina
  16. Un ringraziamento di cuore a tutti. E ad Adriana, oltre i ringraziamenti, anche una risposta alle domande che mi pone e si pone. Il cielo, ispira, normalmente, pensieri soavi, gradevoli. E, tuttavia, se qualcosa comincia a crollare dentro, o è già crollato, tu guardi il cielo come...destinazione finale. L'abbraccio amoroso ( non "sbornia", secondo le mie intenzioni, ovviamente) vorrebbe rappresentare, in contrapposizione, l'abbraccio che la Terra ti offre, per trattenerti con sè, con le sue bellezze e i suoi affetti.
    Ripeto: questo sentivo di dire. Poi i versi potrebbero aver detto altro...Gabiele Prignano

    RispondiElimina
  17. Grazie di cuore Gabriele carissimo è sempre un'emozione leggere le tue poesie.
    Ti abbraccio Maria Loda

    RispondiElimina
  18. ....... un amore ....passione in cui rifugiarsi quando la mente si perde.......illusione o realtà?.....l'amore carnale non placa la mente....o sì? Grazie per le tue poesie....placano il mio pensiero poco..... amoroso Giuseppina

    RispondiElimina
  19. adoro le tue poesie Gabri,in esse ritrovo le mie emozioni.La tua penna urla una passione viva,bruciante.Eppure il mio cuore si ribella a "Il mio rifugio".
    L'AMORE,nonstante tutto,risplende in tutta la sua forza nel "cielo nero maledetto" e trionfa ancora,ancora sia pur "rintanato nel buio nascondiglio di memorie impolverate".Solo lì i sensi,la carne,possono mescolarsi ad un sentimento vero,che appaga cuore,corpo,anima.
    Il resto è solo sesso,sia pur mirabilmente elevato a eros Ida Bastano

    RispondiElimina
  20. Te guarderò te sola, tra tue braccia, rifugio, difesa, amore.....Mamma o moglie? La domanda mi sorge spontanea. Complimenti ancora al mio vecio. Giovanni Trevisanello

    RispondiElimina
  21. Giuseppina Guariniellonessun commento è sublime quello che scrivi Gabriele ♥ ti abbraccio ♥ ♥ ♥

    RispondiElimina
  22. intensa ,bella, un quadro di luce e sentimenti in prospettiva...Francesco Tontoli

    RispondiElimina
  23. Caro Gabriele , quanta infinita dolcezza e passione emerge dalle poesie per la tua amatissima moglie...Donna fortunata! E la donna e' spesso protagonista delle tue meravigliose e delicatissime liriche , preziose e leggere come ali di farfalla, come una brezza leggera , dalla quale vorremmo tutti farci accarezzare....Incantevole!
    Grazia Soro

    RispondiElimina
  24. Caro Gabriele...
    Maestro del verso e nella sottile arte del porgere emozioni Orazio

    RispondiElimina
  25. Mi inchino.
    Amore , ardore, ricordi danzano in armonia, in una poesia che ogni poeta vorrebbe aver scritto.Rosalba Di Vona

    RispondiElimina
  26. L'amore...che fuga ogni paura....l'amore....grazie Gabriele per la tua immensa sensibilità<3. Lucia Scarano

    RispondiElimina
  27. Complimenti Gabri, sei un grandissimo poeta. I tuoi versi esprimono liricamente una fiumana in piena che rappresenta l'amore nelle sue tappe: attrazione, innamoramento, attaccamento e amore. ......c hi ama estende il suo io in un mondo ignoto, nuovo e ciò richiede forza a coraggio. Lacrime...sospirie grida... la paura di perdere l'amore.....l'animo umano trova soltanto nel Divino che è il sommo amore... l'unico vero rifugio..... nostra pace Agostino Secondino

    RispondiElimina
  28. on c'è che dire...versi di una levità impareggiabile... "Mai più guarderò in alto il cielo nero maledetto né ombre losche rintanate nel buio"...il sentimento nella sua purezza, così fragile, così potente, supera e neutralizza il male, l'insidia che pure è pronta nella vita. Il sentimento e la passione come antidoto alla mediocrità, alle meschinità, come unica via per presentarsi nella propria autenticità, nelle proprie verità. Bellissimi versi.Valentino Sgaramella

    RispondiElimina
  29. Una splendida lirica, dedicata, ancora una volta, alla sua amata moglie, immagino.....
    Parole vere, intrise di passione allo stato puro, sentimento dell'anima e condivisione di sensazioni bellissime....che un uomo ancor innamorato ha scritto in versi
    notte..Poeta Rosemarie D'Amico

    RispondiElimina
  30. Milagros Mendoza de Zamora"...nell’invincibile malinconia
    di una notte senza stelle
    rivivo il Desiderio ultimo
    di lacrime, sospiri e grida..."
    Carissimo Gabriele... dolcezza e intensità, pure Amore, pure Poesia... ma, come fai per esprimire tutto questo? tu sei grande... tu sei libero... tu sei l'Amore

    RispondiElimina
  31. amore solo vero puro amore che attraversa le vene fino a invaderlo...caro gabriele quanta malinconia sofferta ..cos é il rifugio?la paura ?leggo triste i tuoi versi e guardo il cielo senza stelle nè sole solo gelida notte come paltò con la speranza di sentire di nuovo calore amore e vita grazie maestro bellissimi versi. Annamaria Fulgione

    RispondiElimina
  32. Come sempre la Donna è l'ancora, l'essenza, il senso del vivere, fonte di piacere, soggetto di passione e dedizione, ma questa volta è anche lo scoglio a cui aggrapparsi per allontanare quel cielo nero, incombente, buio, senza stelle, al quale siamo destinati e che silenzioso attende. E' evidente che in quel cielo non ci saranno gioie ed affetti, ma il nulla ed allora il desiderio è allontanarlo e trovare ancora una volta riparo nel suo Rifugio. Poesia che mi arriva dolente, densa di paura e che diventa più tenere letta con il sorriso lieve di Gabriele. Complimenti sinceri e un caro saluto Saverio

    RispondiElimina
  33. Rosalia Apparia E a te incateno la mia vita che sei il rifugio e la quiete dove mi riposo dalle tempeste che attraversano la mia esistenza...

    RispondiElimina
  34. Isabella Bigliuti E' una lirica molto intensa, dolce, romantica.Nel suo essere un po' crepuscolare, lascia trasparire una sofferenza di ciò che non si è avuto, un restrigersi in sé, nel proprio amore, nucleo di un passato timoroso e di un futuro forte solo se concatenato all'amata, in un'unica identità prima traslata e poi fusa; un abbraccio voluttuoso, un appagamento e compenetrazione di corpo, mente ed anima.

    Sempre straordinario Gabriele, maestro di sublimi emozioni...
    Grazie del Tag.Ti abbraccio con affetto. Un bacio

    RispondiElimina
  35. Francesco Tontoliintensa ,bella, un quadro di luce e sentimenti in prospettiva.

    RispondiElimina
  36. Tutta la poesia si presenta senza mediazioni d'ordine intellettualistico e intenzionale e serba la risonanza della viva esperienza sentimentale. Sgorga dall'animo senza sforzo stilistico, semplice e trasparente immagine di umane emozioni e nostalgia

    RispondiElimina
  37. Rosanita Galleni Caro Gabriele è sempre bello leggere le tue intense poesie d'amore e di vita che anela al cielo ma respira la terra che è donna ed amante. .... grazie

    RispondiElimina
  38. Anche il senso realistico con cui è immaginato quest'amore, anzichè contaminare l'idealità sentimentale , ne svela e ne chiarisce la più tormentata concretezza. Non rappresenta lo scadimento di una visione spirituale dell'erotismo sensuale, ma la reale intensità con cui la visione è vagheggiata e vissuta nel cuore del poeta

    RispondiElimina
  39. ..qnt passione..eros..seduzione..dolcezza..sensibilità...amore..cocktail perfetto x un amore puro e completo..oltre l'anima..complimenti x la sua splendida nota... Grazie ...Carmen Pettinaro

    RispondiElimina
  40. La donna è sempre la musa ispiratrice, ma le tue visioni sono suggestive, reali e coinvolgenti. Ho letto , anzi declamato come fai tu, non con la stessa bravura, ma con la stessa intensità di cuore. Per un attimo ho vagheggiato e sognato
    Antonio Lanza

    RispondiElimina
  41. Rosanita Galleni10 dicembre 2009 05:00

    caro gabrielo ho letto la tua poesia:"Il mio rifugio"sul blog....è bellissima,voglio lasciarti un breve commento...
    Tra le braccia dei sogni tu riesci a dare luce e corpo a sensazioni ed emozioni , grazie

    RispondiElimina
  42. Ciao Gabriele, leggo la tua poesia nel blog di poeti clandestini...è bellissima , posso condividerla in face, ovviamente specificando che è tua. Un abbraccio sincero
    Antonella De Lucia

    RispondiElimina
  43. Gabriele Prignano10 dicembre 2009 07:56

    Ringrazio tutti di cuore per l'attenzione che mostrate per ciò che scrivo. Vi auguro una felice serata!

    RispondiElimina
  44. Il commento musicale credo giovi al pieno godimento di una poesia solo non vocale.E cio' è particolarmente vero quando la canzone è di un
    grande cantautore come in questo caso.L'attenzione puo' focalizzarsi solo su un unico obbiettivo.

    Gilberto Fanfani

    RispondiElimina
  45. Roberto Ioannilli10 dicembre 2009 09:12

    Molto bella... malinconico ricordare... mi piaci di più quando esci dal branco e usi il tuo descrivere per gestire passioni presenti e future... i ricordi sono falsati dal bisogno d'amore che abbiamo... e comunque rimangono passato... quasi un non vivere! Accendi la passione e fammi sentire il sogno... il futuro...

    RispondiElimina
  46. e' bellissima, piena di tutto l'amore del mondo, amore in cui ripiegare la propria anima e farla volare grazie Gabri
    Tatyana Andena

    RispondiElimina
  47. ..la morte,la vita.Chissà perchè siamo così tremuli di fronte a tanto buio e avvinti a questa che crediamo luce...siamo uomini,limiti e barriere sono i nostri pensieri,con foga ci difendiamo anche a costo di negarci la realtà..anche se difendersi poco serve.La vita guarda di soppiatto,sorniona e sorride al bimbetto che si attacca alla sua gonnella succhiando il pollice.

    Daniela Bisin con profonda stima a Gabriele POETA.

    RispondiElimina
  48. Daniela Fenoaltea11 dicembre 2009 08:42

    Il buio simbolo di paura. Abbandoni nelle ombre della notte, paure di ricordi amari. Tormenti che il cielo custodisce e lo maledici. Ricordi tristi che non vuoi più che ritornino in te. Il tuo sguardo cattura un'amore che chiami il "mio rifugio". I dolori, con lei, si trasformano in musica e le ansie si affievoliscono.. Esplode l'amore in tutta la sua complicità e lei, diventa in te la rinascita..Bravo! Complimenti!

    RispondiElimina
  49. E'solo l'amore la salvezza di una vita che soesso risulta insipida e inaccettabile !

    Parole, abbracci, gesti , sguardi , carezze , amplessi amorosi che portano al settimo cielo ...
    Sono gli attimi per cui val la pena di vivere.
    Il denaro, il successo, il tram tram di del normal viver , non hanno senso senza un LUI, una LEI, che riampiano la tua, la nostra giornata e le nostre noti!
    Superlativa , caro il mio Gabriele !
    Maria Chiara Crivellari

    RispondiElimina