martedì 15 dicembre 2009

PIOGGIA di Pietro Vizzini


(foto e video di Pietro Vizzini: dall'interno della sua auto)
E giunge un cielo grigio
ad oscurar le ombre
lacrime sui vetri
pensieri di ieri
scintillio di gocce
schioppettio
come sussurro
di braci ardenti
silenzi ricamati
fili di spine sulla pelle
pungono i miei pensieri
saltellano sul mio viso
essenze trasparenti
tracciano un brivido
soltanto per pochi momenti
per scacciare la tristezza.











59 commenti:

  1. Grazie Pietro carissimo...! ieri ho visto il video... grazie per il 'tag'... preziosissima Poesia... la tua Pioggia inonda la mia anima di nostalgia, di dolcezza, di Pace... ti bacio il cuore...!
    "pungono i miei pensieri
    saltellano sul mio viso
    essenze trasparenti
    tracciano un brivido... Mostra tutto
    soltanto per pochi momenti
    per scacciare la tristezza."
    ...profondamente vero per me in questo momento... tvttb... verso il Cielo...!!!
    Milagros Mendoza

    RispondiElimina
  2. Gocce di pioggia piangono sui vetri, malinconia ricordi, evocazione di immagini perdute, dolci parole. Ma tutto è intriso di dolore, di momenti che fuggono. Versi delicati e andamento dolvemente musiacale, lerica elegiaca

    RispondiElimina
  3. essenze trasparenti
    tracciano un brivido....
    Brividi.....
    Ti abbraccio Pietro.....
    margot Simpson

    RispondiElimina
  4. Poesia suggestiva e malinconica,bella.Giusta l'atmosfera data dal'immagine molto azzeccata e dalla bella musica.Grazie Pietro.
    Daniela Bisin

    RispondiElimina
  5. Saverio GelardiBellissimo Piero. E' un insieme di delicate forme di poesie che raggiunge una rara forma di eleganza visiva ed auditiva. Le parole scivolano leggere come le gocce sui vetri, accompagnate dai tasti del pianoforte. E' un video delicato, musicale, in cui tutto si amalgama dolcemente, molto accurato in ogni particolare, che guardi al di qu... Mostra tuttoà del vetro, percependo tutto il mondo di sensibilità che c'è oltre il vetro.
    Quando termina, ti lascia dentro un brivido di dolce tristezza.
    Veramente complimenti di cuore.

    RispondiElimina
  6. le ombre del passato ritornano in mente evocate dalle gocce di pioggia che sembrano lacrime sui vetri, "pungendo i pensieri",anche se delle essenze trasparenti danno un brivido che, anche se solo per un istante "scacciano", la tristezza; molto bella la musica,accompagnata da termini altrettanto musicali ma mordenti!Splendida...bravo!Sembra la riuscita di un quadro!
    Rosa Cassese

    RispondiElimina
  7. quelle lacrime che solcano il vetro della finestra sono pura nostalgia, il richiamo di qualcosa che se ne va, sfuggendo alla nostra vita...
    Giancarlo Fattori

    RispondiElimina
  8. Una poesia dolorosa come mai te ne ho viste pubblicare caro Pietro, capisco, non è un buon moment, per tutti, pero' esposta cos... Mostra tuttoì bene, con terminologia così bella da renderla "Rosa viva in un roseto spento". Io con te mi trovo sempre in tutto, soprattutto nel modo di poetare così come è concepita la poesia.Il video te lo commentero' a parte perchè sono abituato a vederlo nei dettagli e poi commentarlo pertanto mi fermo alla tua bellissima lirica con un abbraccio. Ti invio un messaggio privato. Ciao
    Bruno Zapparata

    RispondiElimina
  9. bellissima nella sua malinconia struggente, senza peso, gocce di passato, di dolore, di niente che rimane dentro, le nostre piccole cicatrici che portiamo con noi sempre, nella vita..grazie, complimenti per la delicatezza che sempre ti contraddistingue, acquerelli di emozioni le tue bellissime poesie, un caro saluto
    Tayana

    RispondiElimina
  10. Prima o poi ci si imbatte nella pioggia che, più di ogni altra cosa stimola il poeta all'introspezione più profonda e talvolta più dolorosa.
    Ciò che rende questo tuo scritto ancora più particolare, è la sensazione unica che scaturisce dal rumore vivo della pioggia, che crea una atmosfera intima.
    Una emozione leggerti.
    Ti abbraccio.
    Gabiele Nocera

    RispondiElimina
  11. Se solo il tempo lavasse anche i ricordi, potremmo riviverli attraverso la pioggia.
    Pietro, sei un gradissimo poeta, complimenti
    Davide Cautiero

    RispondiElimina
  12. di immediata ricezione cattura per la sua carica poetica, racchiude il pensiero in poche parole ma significative.
    "fili di spine sulla pelle
    pungono i miei pensieri" che si concretizzano in lacrime che bagnano i vetri........bellissimo passo descrittivo...
    mi piace
    bravo Pietro... Mostra tutto
    grazie per la condivisione
    ciao
    Rosemarie d'amico

    RispondiElimina
  13. Sono rimasta senza parole.
    la musica il tema le parole ... tutto semplicemente perfetto.
    quel oscurar di ombre mi ha fatto entrare nella poesia, quelle lacrime sui vetri, complice la musica, mi ha fatto aprire il cuore. sono rimasta coinvolta in questo romanticismo surreale e mi sono ritrovata davanti a quel vetro che mi separa dalla realta ... Mostra tuttodalle tristezze della vita da tutti i miei tormenti che mi fanno rabbrividire.... ma per fortuna come la pioggia se ne vanno portandosi via la tristezza...
    è semplicemente ma non da meno la più bella poesia che abbia mai letto. Grazie PIETRO complimenti ........
    Lilia

    RispondiElimina
  14. E' bellissimo chiudere con questa meraviglia la giornata. Grazie Pietro. E' stato uno splendido regalo.
    Agi Berta

    RispondiElimina
  15. Placida d'Alena Le gocce sul vetro come lacrime nascoste... Grazie.
    A volte, la malinconia è una carezza sull'anima

    RispondiElimina
  16. Non so cosa dire...sei riuscito ad emozionarmi fino alle lacrime...le tue parole... La musica....l'atmosfera che sei riuscito a creare... mi hanno toccato l'anima. Grazie Pietro caro ...per le emozioni che ci regali con la tua grande sensibilità poetica.. un abbraccio AG
    Adriana Giuffrè

    RispondiElimina
  17. Leonardo Marino caro Pietro la tua semplicità poetica è grande come un oceano con moto ondoso forza sette,sei bravissimo,ciao da Leo il pittore

    RispondiElimina
  18. Claudia de Crescenzo che bello tornare a casa e trovare un video così pieno d'atmosfera, con parole di perla come ricami. questa sera mi fa proprio bene. mille grazie, pietro.

    RispondiElimina
  19. Ciao Pietro, ho sentito gocce di pioggia bagnare il mio viso e via via una sorta di sensazioni mi ha invaso, la tristezza iniziale è lentamente scemata sublimando antichi ricordi.
    La cosa che trasforma un scritto in una poesia è data da quel brivido che si prova nel leggerlo.
    Perfetto l'impatto con la musica e le immagini.
    Veramente bravo.
    Carla

    RispondiElimina
  20. Grazie Pietro... video e poesia struggenti e malinconici!
    Musica e immagini bene accoppiate, bravo!
    Mi piacciono i vetri che piangono come le nostre anime.
    Ti abbraccio ♥
    Maria Savasta

    RispondiElimina
  21. Sei straordinario, mio caro Pietro! Ma, forse, mi ripeto! Ti abbraccio forte
    Gabriele Prignano

    RispondiElimina
  22. Gran capacità immaginifica ed abile creatività poetica che certo gioverebbe maggiormente al valore dell'autore se focalizzata su temi fondamentali per l'uomo:sorte,vita
    amore,morte...
    Gilberto Fanfani

    RispondiElimina
  23. che bella!!!! dolce e delicata espressione di uno stato d'animo, al di qua dei vetri, intonato ed in assoluta armonia con la Natura. Questa si serve della pioggia per nutrirsi e ripulirsi, il protagonista, invece, si abbandona a struggenti ricordi per scacciare la tristezza......riuscirà nell'intento?
    Ernestina Ciatti

    RispondiElimina
  24. vi sono dei momenti in cui essere solì con se stessi ci mette in relazione con la coscienza,con la a consapevole disamina della nostra vita attraverso pensieri più nitidi, immagini scolpite nella memoria, emozioni che affiorano più evidenti.
    E una giornata dolcemente malinconica di pioggia ha il sapore di una riconquista. E la tristezza va via.....Grazie Pietro.
    Adriana Pedicini

    RispondiElimina
  25. molto bella, anche io ne ho scritta una breve sulla pioggia! L'accompagnamente del video e quello musicale la rendono ancora piu' interessante e coinvolgente!
    Lella Fefè

    RispondiElimina
  26. Ho provato molte volte questa senzazione sulla mia pelle...questo filo di spine ke ti stringe ke ti riporta ad un ricordo di ieri ke ti oscura la mente e che ti fa scendere quella incotrollabile lacrima...meravigliosa Pietro GRAZIE.
    Sabrina Neri

    RispondiElimina
  27. Grazie miei cari amici, un abbraccio a tutti voi......
    Pietro Vizzini

    RispondiElimina
  28. Un insieme di intense emozioni ... che scacciano la tristezza.
    Grazie Pietro sei bravissimo ... parole ... musica e sensezioni stupende ... si fondono in questo video bellissimo
    Lilia Cavazzoni

    RispondiElimina
  29. un momento di tristezza,alimentato dal tempo,sull'onda dei ricordi,con il desiderio di fugare i tristi pensieri che pungono come fili di spine.nel sussurro di un fuoco che arde...
    Giovanna Anziano

    RispondiElimina
  30. Isabella Bigliuti Bella!!! Grazie Pietro! Il ticchettiio della pioggia ritma tutta la poesia, anche la scelta espressiva, la sonarità dei termini (scintillio, schioppettio,pungono,saltellano...) è musica
    battente.Lirica e soave è sempre bello leggerti.
    Il video è bellissimo...
    Bravo

    RispondiElimina
  31. e' particolarmente emozionante.....bello lo sfondo..e la musica.....grazie..pietro..un saluto...condivido....
    Lucrezia Caprara Ricci

    RispondiElimina
  32. Lça lirica è una sequenza di sensazioni immagini, colori eessenze, che scacciano la tristezza.
    germano Bonora

    RispondiElimina
  33. Hai ragione !!scacciare la tristezza.!!
    complimenti bellissimo !!
    Andreina Dèrosas

    RispondiElimina
  34. è molto bella e ricca di interessanti similitudini.
    grazie per i tuoi versi Piero:-)
    Giovanna Bove

    RispondiElimina
  35. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  36. la malinconica pioggia che ispira il poeta...poesia visiva ...parole e musica...molto belo il risultato....Grazie Pietro
    Angela Ragusa

    RispondiElimina
  37. Hilde Muehlbauer Melodia e versi sublimi che accarezzano l'anima, e nonostante le lacrime sul viso, la tristezza si trasforma in una gioia intima che fa sognare, "nonostante la pioggia"...Bellissimi versi, caro Pietro

    RispondiElimina
  38. fascino della pioggia seduce anche me. Bellissima Pietro!. Anche io scrissi sulla pioggia tanto tempo fa, rompendo con il passato, se la trovo la pubblico e ti taggo. Un bacio della buonanotte, amico mio
    Tiziana Bonfili

    RispondiElimina
  39. ...grazie Pietro...è semplicemente bello...sei bravissimo...sia con le stupende parole ...sia con le immagini e la musica...emozionante
    Maria grazia Torrisi

    RispondiElimina
  40. espressioni autunnali desiderosi di calore per lenire le ferite spinose con soavi momenti di brivido. grande
    Agostno Prezioso

    RispondiElimina
  41. espressioni autunnali desiderosi di calore per lenire le ferite spinose con soavi momenti di brivido. grande
    Cangini Luciano

    RispondiElimina
  42. la tua poesia oltre ad essere dolce... rassicurante....ha sempre in se....la meravigliosa sensazione della speranza!!complimenti!!!http://www.youtube.com/watch?v=IZ6DuB6n2OU
    Rosellina Di Rago

    RispondiElimina
  43. Daniela Fenoaltea15 dicembre 2009 23:14

    Accogliente l'atmosfera! Solo, fissare un vetro bagnato dalla pioggia che cade giù in modo incessante. Sembra che tutto si fermi..Monemto di solitudine e gioia nel viverlo. Pensieri tormentati e piacevolmente condivisi col silenzio..Mi piace sempre come scrivi..Ciao!!

    RispondiElimina
  44. Aquilanole goccie ......tante perle di lacrme ....tristezza ed emozione in quwsta bellissima poesia.....il video poi fa' commuovere e piangere. complimenti ^_^
    Lidia Aquilano

    RispondiElimina
  45. Poesia malinconiaca ma melodiosa e struggente. Gocce di pioggia scorrenti come lacrime, malinconia e ricordi, speranza che qualcosa arrivi, oltre i momenti di solitudine, che non presuppone isolamneto ma preparazione di una vita gioia
    Bravo Pietro anche per la foto e il video

    Antonio Lanza

    RispondiElimina
  46. ^_____^LE MIE PAROLE POTREBBERO ESSERE SUPERFLUE..
    Come sempre sai emozionare!!Grazie anima poetica che rendi vivo il nostro amore!!! La tua mogliettina!!♥♥
    Lidia Cracchiolo

    RispondiElimina
  47. Benvenuti a tutti gli amici che lasciano un commento in questo splendido blog, non ho parole per ringraziarvi, grazie sopratutto a Gloria e Manlio che mi ospitano sempre con affetto. Siete stupendi, vi abbraccio tutti.

    RispondiElimina
  48. Pensieri, lacrime di ieri, ricordi che disurbano per un momento. Ma oggi la pioggia
    porterà via, laverà tristezza e solitudine. E' bello anche ,in perfetto silenzio,vedere le immagini del video, che scorrono con la musica e ti fanno pensare che anche la pioggia ha il suo fascino

    RispondiElimina
  49. molto bella, anche io ne ho scritta una breve sulla pioggia! L'accompagnamente del video e quello musicale la rendono ancora piu' interessante e coinvolgente!
    Lella Fefè

    RispondiElimina
  50. sembra scritta...su misura x me oggi.....bellissimo anche il video......buona vita Pietro.......
    Pierilla Virgil

    RispondiElimina
  51. Marialuce Carucci Lehan
    A te Pietro dedico il mio modesto pensiero, in risposta ai tuoi versi che sanno di sincera purezza, un lino bianco di sensazioni e pensieri .....
    Forse, forse ...ma solo forse !

    Forse non fu il grigio cielo
    ad oscurare le ombre ...
    furono le ombre ad essere
    dal buio ingoiate
    in un pianto di memoria
    a colpire d'assenza
    a colpire di presenza
    viva come lampo
    i silenziosi passi che
    da quella porta invisibile
    se ne uscirino scivolando
    quel giorno di pioggia
    nascosti fra gole di monti
    e caverne mute.
    Forse nascoste per non
    piu udire la pala nella terra
    che scavo la Tristezza
    in lacrime di pietra salata.
    Forse per non lasciare che
    cielo e mare nel mattino
    chiamassero più quegli occhi
    occhi di Mari
    occhi di cielo...
    Forse in quel brivido
    il Dolore cerco di tacere
    per non inoltrare oltre
    a Tristezza la propia e
    smisurata anima spezzata
    vegliando a proteggere
    la sua perla di Pioggia
    confondendosi fra
    musica di pioggia preziosa
    eterna di pace ed amore
    che regno sono e rimangono
    per un cuore di due pulsi.

    Marialuce Carucci Lehan

    RispondiElimina
  52. Pietro ho riletto i tuoi versi e rivisto il video... lascio un ulteriore commento:

    Vorrei essere sole
    e fare di lacrime
    cristalli;
    vorrei essere vento
    e bagnare
    il deserto;
    vorrei essere labbra
    e baciare
    il pianto;
    vorrei essere fata
    e tramutare
    il lamento
    in danza...
    Sono solo
    un piccolo cuore
    ferito
    che dona gocce
    d'amore.

    Maria Savasta

    RispondiElimina
  53. E' molto bello tutto questo. Pietro ha simolato anche poesie, oltre che analisi attente e entsiastiche. Grazie a tutti. Grazie a te, Pietro

    RispondiElimina
  54. si segue, si insegue, sempre, Pietro nei suoi viaggi, nei suoi colori, rumori, luci e oscurità... Giochi insolito ("un cielo grigio ad oscurar le ombre) che ti fanno restare lì, non a leggere, ma a guardare quei versi, che si susseguono come dal bordo di una barca, dal finestrino di un treno di un'auto, gli occhi lo sguardo non fanno in tempo a catturare che sono a loro volta catturati. Non c'è più ricordo della tristezza, ma solo sensazioni schizzate sulla pelle in fuga.

    RispondiElimina
  55. Per Marialuce e Maria Savasta un grazie pieno di affetto.... Perchè oltre ad essere due persone speciali, con i vostri bellissimi versi avete reso più preziosa la mia poesia. Vi abbraccio.

    RispondiElimina
  56. Grazie Gloria, per l'accoglienza in questo splendido blog.
    Grazie Manlio, le tue considerazioni per me sono molto preziose, il tuo commento lo apprezzo molto.
    Un abbraccio a tutti gli amici.

    RispondiElimina
  57. ... gocce di pioggia a portare via ttt...i pensieri ..i ricordi tristi.. Versi struggenti e malinconici...un saluto .. Carmen Pettinaro

    RispondiElimina
  58. PIOVE

    Piove.
    L'acqua suona sui vetri
    con inattesa allegria.
    Quest'anima silenziosa
    attende.

    Il freddo inbianca i vetri

    e l'acqua
    giunge a purificare
    questa realtà,

    la luce inonda la mente
    con un bagliore tenero.

    Piove,ma è sereno.

    Roma 1982

    Daniela Bisin

    RispondiElimina
  59. Grazie Daniela, bellisimi i tuoi versi in risposta....

    RispondiElimina