mercoledì 27 gennaio 2010

OGGI GIOCHIAMO


TAO " Il viaggio della vita."  Dall'album: 2° DUALISMO di Maria Pezzica

PER FAVORE POSSO AVERE UN UOMO... PER FAVORE POSSO AVERE UNA DONNA?  
a cura di Antonella Di Mizio


Per favore posso avere un uomo coi calzoni di velluto a coste.
Per favore posso avere un uomo
che sappia il nome di 100 rose diverse;
che non si scocci se i miei conigli distratti
vanno e vengono
come fossero padroni loro,
che mi faccia un curry cremoso con fragrante cedronella,
che cammini come Belmondo in A Bout de Souffle;
che attacchi tutte le mie amate cartoline - spedite da posti esotici
dove lui non s'aspetta di venire con me,
ma ci verrebbe se glielo chiedessi, cosa che farò -
sul muro della sua camera, e solo quelle,a cominciare da Ivy, il Famoso Maiale Che Si Tuffa,
di lui in azione ne ho comprate dieci;
che parli anche come Belmondo, con labbra morbide e sigillate come boccioli di peonia ricoperti di cioccolata (cioccolata fusa);
che sa che montare ostinato sopra di me come un piumone
imbottito di libri della biblioteca e sacchetti per la spesa
è troppo facile: per favore posso avere un uomo
che non sia disposto a questo.
Che non sia disposto neppure a dire che sono "carina".
Che, quando esco dal bagno trotterellando con gli squittii di un maialino appena strofinatoche non vorrebbe altro che una scorpacciata
di affetto e indisciplina e non complicazione,
apra le braccia come un trogolo perché io mi ci ficchi.


Selima Hill

Per favore, posso avere una donna con camicione di flanella a quadri e grande salopette
Per favore, posso avere una donna
che conosca le regole dell’hockey su ghiaccio e il nome di cinque squadre italiane di baseball,
che non si scocci se ogni tanto qualche amico svagato scorrazza per casa cercando il tavolo da gioco per una partita a briscolone,
che si prenda cura con la stessa mia cura delle birre e dei vini, che amerei condividere anche con lei.
Che cammini come Marylin Monroe in “Some like it hot”,
che non ironizzi sulle mie pochade,
e mi chieda ogni tanto cosa veramente conta per me là fuori,
che sappia conversare, e non disdegni qualche pomeriggio speso non facendo nulla di nulla, lasciando i piatti sporchi nel lavello, i letti sfatti, le tende impolverate e i vetri rigati dalle gocce di pioggia seccate;
che abbia le espressioni di Juliet Mills in “Avanti!”, con occhi così teneri di straripante amabilità, e che sia ingenua sul serio, incapace di qualsiasi disumanità verso le altre donne della tribù che sa che ammiro ed amo,
che sappia condurmi per mano oltre ogni residuo del sistema patriarcale, senza cadere in uno matriarcale;
che sappia che rivangare ogni minimo mio sbaglio cominciando da prima che nascessi è a dir poco antipatico, per nulla poetico, e poco testimonia la sua disponibilità ad accettarmi così, come sono: per favore posso aver una donna che sappia rinunciare a questo.
Che apprezzi il fatto che non le dico ogni tre orette che la trovo carina,
Che non mi rimproveri se giro per casa con una tuta non proprio linda e ho l’aspetto sciamannato
che sappia aprire le braccia e sentire profondamente che può accogliermi sapendo che non sempre i nostri gusti collimano, ma si getti a capofitto in questa strana avventura;
che non desideri altro che condividere la strada con questo ragazzo sprazzolato, un po’ matto ma sicuramente disposto a starle accanto in ogni caso.

Philosophe
(la stessa versione al femminile di un mio caro amico)





17 commenti:

  1. x FAVORE.Posso sapere xk e tanto difficile x una donna kiedere ad uomo tt cio?infondo sono tuttte cose semplici e piene di ingredienti ke fanno bene al cuore e l anima di tutti e due.e poi in sintesi avete notato quanti x favore ke ci sono nel testo al femminile?

    RispondiElimina
  2. E adesso rilassiamoci un po'. La donna ,Selima, non vuole il principe azzurro, non vuole la famiglia in senso tradizionale, ma poi quante di noi sanno all'inizio cosa significhi fare la moglie? E quando lo scopre, cambia aspetto, cambia la gioia di vivere, la cura di sè, si comporta come uno stereotipo sociale. Lavora e si prende il carico della casa e dell'alimentazione di tutta la famiglia. difficile divertirsi più come una fanciulla, rispettando quella che è in lei, e che ha ancora bisogno di giochetti,di coccole, si indossare le pantofole buffe, di avere animaletti per la casa e di fare viaggi esotici. Di prendersi cura del proprio corpo.
    Insomma ognuna di noi più che un marito vuole un uomo così accettante e piacevole.

    RispondiElimina
  3. Per favore potrei avere...
    Certo l'inizio è garbato, presuppone umiltà. La realtà è diversa nella quale però le aspettative sono identiche. Avere un uomo o una donna che risponda a tutte queste caratteristiche sembra fatascienza, mi accontenterei di trovarne una (donna) che sia se stessa e con la quale ci sia un ottimo feeling

    Antonio Lanza

    RispondiElimina
  4. ..la vita a due è un sottile gioco...bisogna comprendersi...capirsi ...giocare e soprattutto amarsi ..xkè senza amore nn si và da nessuna parte...Bella..ironica... vera..reale..Complimenti...un abbraccio..Carmen Pettinaro

    RispondiElimina
  5. Spassose e argute!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  6. nemmeno nel paese mitico dell'erba voglio è possibile piantare tanti pasletti.Solo a leggere l'incipit della lista la metà di maschietti si è dileguata.Mutatis mutandis(è proprio il caso)lo stesso si verifica con le femminuccie.
    Gilbero Fanfani

    RispondiElimina
  7. Peccato era una buona occasione per arrivare a un compromesso!

    RispondiElimina
  8. Avere no! Compartire comunicando sì! "Avviciniamoci bocche di fragola. nella gerla dell'oblio ciò che muore e svanisce diverrà eterno!"
    paolo breviario

    RispondiElimina
  9. Deliziosa richiesta d'amore ....
    Maria C.

    RispondiElimina
  10. Dal copioso elenco estrarrei a caso cinque risposte che reputo più che sufficienti rispetto alla nullità attuale,per soddisfare le mie esigenze.Se sarò fortunato ringrazierò chi di dovere ,in caso contrario,credo che peggio di come sto adesso non mi dovrebbe andare.E mi si dice che sono trattato come un principe.Sogno o son desto?Ren

    RispondiElimina
  11. Osate chiedere, dichiarare come desiderate che sia una donna o un uomo. Qui possiamo giocare, possiamo dirlo..In questo spazio è concesso

    RispondiElimina
  12. SIMPATICHE, ARGUTISSIME, ORIGINALI, PER NIENTE BANALI...PERò MI RIVOLGO ALL'AUTORE DELLA VERSIONE MASCHILE DICENDOGLI CHE IN REALTà CREDO CHE ESISTANO POCHISSIMI UOMINI (ITALIANI) CHE CONOSCANO LE REGOLE DELL'HOCKEY SU GHIACCIO ED IL NOME DI CINQUE SQUADRE ITALIANE DI BASEBALL, QUINDI CHIEDERE QUESTO AD UNA DONNA è DAVVERO UTOPISTICO!!

    PIO NAPOLITANO

    RispondiElimina
  13. gioco di coppia simpatico e divertente, brava Gloria. nicoletta

    RispondiElimina
  14. Buonasera Pio,
    l'autore della poesia, non è presente in queste pagine,una cosetta non ho capito, l'utopistico è nel trovare una donna che conosca l'hockey, o un uomo(italiano) che invece lo conosca?
    Confused....
    :D

    RispondiElimina
  15. Continuando >< Gioco >< Amore
    Gloria leggi questa:
    Mia moglie ha tatuaggi sul collo
    e strani seni scompagnati.
    E' molto giovane, e ascolta
    musiche barbariche alla radio.
    Adesso è al cesso,
    che lava i miei calzini nella vasca
    e canta tutta sola.
    Quando la notte resto alzato
    viene a sedersi sulle mie ginocchia
    e scarabocchia su ciò che sto scrivendo.
    Sono molto felice.
    - Eric Torgersen -

    RispondiElimina
  16. La nostra donna,Selima,vuole un uomo romantico, che sappia il nome di 100 rose;che cammini e parli come Belmondo;che abbia l'acuta intelligenza di capire quando vuole stare sola o unirsi a lui.....un uomo che sappia integrarsi con il suo mondo.....
    E come si fa, non darle ragione...un uomo così non guasta mai!!!Un uomo, in quale,convive in un giusto equilibrio,il binomio intelligenza-sensibilità, credo che sia il desiderio che si innesta in ogni donna..
    Edda

    RispondiElimina
  17. Mi permetto di intervenire anch'io in questa lista della spesa che la poetessa compila e richiede al droghiere giù all'angolo di casa...Mi è piaciuto lo stile, ma non il contenuto. Bello, ironico pieno di citazioni pop, un po' scontatucce direi. Richiede ai maschi di essere contenitori di valori desunti dalle pellicole. Più durezza e virilità, ma anche più coccole; labbra carnose e non esangui e tutto l'armamentario simil- hollywoodiano capace di far piangere e bagnare le poltrone di terza fila del Cinema Lux in Corso Italia di città di provincia della Bassa. In compenso, come controcanto, il maschietto richiede altrettanto da lei. Che faccia un po' la sciantosa e in fondo lo sopporti coi calzini spaiati e l'alluce valgo in bella vista. Insomma la descrizione fumettistica di una coppia degna di un Bmovie , commedia all'italiana senza guizzi tognazziani e senza la ferocia necessaria per scavare nei comportamenti piccolo-borghesi con la ruspa meccanica o con la dinamite...
    Francesco Tontoli.

    RispondiElimina