mercoledì 10 febbraio 2010

LEI LUI di Marialuce, Eroma

(Eroma, I'm)
LEI

Il male accresce .
le sue radici espande
assieme al discepolo
dissipiare in quella
distesa vallata
abbigliata di grano
ogni volta che coloro
per il quale il" suo" amore
si fa sommo infinito
un nuovo dissenzo
scraboso dissemina
la distorzione dell
onesta verita
ne affoga gli occhi
accapigliando l' indifesa
recedono
ribaltano
costruendo
imperi d' antagonismo
su stelo illusorio per
ricambiare le reggie
d' innocenza ed amore.
Rivalita mai stata
neccessaria la quale
LEI non nutre...
lei non sfiora
lei non veste
ne mai !
dovrebbe toccare
perche per colei che
conosce sofferenza
vera rimane luce
il piu grande dono
che prevaso dal dorato
del grano s' aggira
nell'alba fra colori
lasciandosi morire
nella sua ultima carezza
laggiu vedi ?
dietro all'ultimo tramonto

Marialuce Carucci Lehan
.....

LUI

gl'amanti si trascineranno sull'altra costa
perchè scoprirono che questa era tutt'un panico freddo
una sibilla solitaria di sangue scuro
un'ombra chiassosa che risuonava nulla!
si trascineranno all'altra costa...
la pioggia entrerà nei loro occhi aperti
le ali nere del mare gireranno al largo...
...coraggiosamente soffieranno con furia sulla loro zattera
allontanandosi dai quei maligni gridi
da quelle lucubri sbarre
e s'accosteranno piano piano
alla linea del tramonto.
ma forse... vedi !?!
le foglie mosse...
restiamo ancora un po qui
a guardarle.
Eroma Mariuoluz


73 commenti:

  1. La voce di marialuce ha sempre un velo di tristezza per una sofferenza passata, ma mai dimenticata, per il timore che un muro d'ostilità si frapponga tra lei e il suo amore. Ma ha una forza Marialuce nell'affermare il suo diritto ad amare e ad avere l'amato accanto che sa di volontà indomabile.
    Anche Eroma avverte le difficoltà gli ostacoli e ha la forza di colui che difende ciò che ama, ma alla fine, nei suoi versi compare un desiderio di pace, di guardare il tramonto, di riposare nel suo breve spazio di luce. Poi continuerà a lottare...

    RispondiElimina
  2. Ai miei amati amici, Marialuce e Eroma. So che riusciranno ad avere la vita che desiderano.

    RispondiElimina
  3. "Lei"..♥ ..oltre la luce..è luce! Un bacio Maria Pia Monicelli12 febbraio 2010 00:00

    .

    RispondiElimina
  4. Maria Cristina Serci12 febbraio 2010 00:01

    In questa lirica leggo, nonostante la pallida parvenza della speranza, il disincanto. Lo stato d'animo, quando l'hai scritta, come capita spesso a chi scrive in poesia, non è quasi mai eccelso. però ha vigore, nella sua malinconia, c'è la forza della resistenza, c'è coraggio.
    Un bacio grandissimo. Shalom.
    Serena notte.
    Cri ♥ ♥ ♥ ♥

    RispondiElimina
  5. Marialuce Carucci12 febbraio 2010 00:02

    si.....il disincanto ......resistenza , coraggio....grazie a te , il mio fb funziona male ed io peggioro la situazione :)buona serata a tutti voi .Shalom !

    RispondiElimina
  6. Renee Roy Assenzioband Renee Roy Assenzioband L' Indifesa....Fra i Colori Dell' Alba.....Voglio Vedere Tantissme Carezze...Tanta Voglia di Vita..Tanta Verita'...Lo Meriti....Grazie ML....12 febbraio 2010 00:03

    :

    RispondiElimina
  7. Maria Cristina Serci12 febbraio 2010 00:04

    Ti tengo per mano, amica dolcissima. Donna speciale....♥

    RispondiElimina
  8. Tasso Ezio Giorgio12 febbraio 2010 00:04

    Molto bella , semplice , ma vigorosa , grazie x rendermi partecipe .

    RispondiElimina
  9. dietro ai tramonti del tuo scrivere onirico, cosmopolita è possibile?, intravedo forme metamorfiche... con stima affettuosa
    r.m.
    ps: forse non è in sintonia "perfetta" con la tua LEI ma ieri sera, nel vagare della mente, ho ricordato che, anni fa, un mio amico di napoli, ora chissà dove è, ebreo coltissimo e di gran spessore, mi invitò a leggere il suo autore preferito: céline, il medico francese razzista ma bravissimo.. la cosa mi sconcertò non poco ma .. ma aveva ragione lui, il mio lontano amico ebreo dal sorriso enigmatico eppure cristallino..
    Erremme ArtistaEstravagante

    RispondiElimina
  10. Angelo Donnini
    ho visto la poesia..ha ragione Forgue.

    RispondiElimina
  11. Molto bella, grazie Marialuce.
    Anonimo Pietro Vizzini

    RispondiElimina
  12. Luisa Avarello
    semplicemente soave......meravigliosa, grazie Marialuce ♥ baci

    RispondiElimina
  13. imparo a conoscerti profondamente attraverso l'emozioni che butti giù sul foglio
    grazie
    Julien

    RispondiElimina
  14. Lorenzo Gobello12 febbraio 2010 00:10

    ....imperi d'antagonismo......
    è questa la filosofia da combattere, questi sono gli imperi fondati sul nulla che le caste ambiscono gestire

    RispondiElimina
  15. Massimo Bena Lirica emozionante, onirica e toccante. Bravissima. Grazie12 febbraio 2010 00:10

    ...

    RispondiElimina
  16. Maria Savasta Amica carissima, com'è bella e vera la tua poesia...! "chi conosce la vera sofferenza rimane Luce... fino all'ultimo tramonto...!!! Un forte abbraccio, Maria12 febbraio 2010 00:11

    .

    RispondiElimina
  17. Marialuce Carucci12 febbraio 2010 00:12

    (Scusami e scusatemi tutti ma fra i miei figli , il lavoro ,mille doveri , il mio scrivere e cercare di capire come funziona il mondo della poesia nei siti essendo ancora cosi lenta ed estranea a questo mondo moderno di espresione tramite tecnologia ,...non riesco spesso a trovare il tempo per ricambiare coloro che come la vita mi danno tanto ).

    non amo ringraziare non perche non apprezzo ma perche il mio apprezzamento esiste gia nel momento in cui leggo cio che scrivete nel sentirne l'autenticita e sincerita che MAI mi sfugge fra i commenti e non c 'e bisogno di ringraziamenti qui , solo c e bisogno di capire che se si regala anche solo un fazzoletto a qualcuno o un fiore fatto di plastilina ...un sasso racolto nel deserto il donatore porta al ricevitore la bellezza e gli apre il suo cuore ....cosi ricevetemi in questo modo .

    in Africa sono cresciuta come in sud america nella semplicita ma sincerita fra gli umani .Mi si regalava anche un piatto di riso che veniva a mancare a qualcun 'altro senza aspettarsi un applauso bensi aggiungendo al riso condiviso nel mio corpo , un SORRISO che penetrava oltre l' oltre ....

    @ognuno che ha non solo un nome ma un cuore che qui mi ha lasciato un segno di stima e di Amore e luce , un segno di sensibile saper ascoltare anche colei la quale nessuno o pochissimi ebbero il tempo di ascoltare perche NON SONO UN POETA NE PORTO LA MEDAGLIA ...ad ognuno lascio cio che il mio cuore dice il mio SORRISO ....e questi siete voi , che sapete individualmente cosa sento e penso con voi per voi , di voi ....e quanto rimane di voi in me .HEVENU SHALOM ALECHEM (evenu shalom alerem) :PORTAMMO PACE A VOI ...OSSIA non annegiamo piu nelle guerre e rancori ma salutiamoci nella pace (Shalom ) secondo me .

    A presto ..

    RispondiElimina
  18. Lorenzo Gobello condivido e ti ringrazio di cuore.........12 febbraio 2010 00:13

    .

    RispondiElimina
  19. ti ringrazio ..solo voglo aggiungere a proposito di Celine che un razzista non potrà mai espriemre versi e quindi poesia e se lo fa non è tale perchè al tara della discriminzaione e del pregiudizio verso il prorio simile esclude ognis ensibilità poetica che a quel punto è solo esterità accademica..pura retorica in versi
    Michele Marseglia

    RispondiElimina
  20. Lorenzo Gobello
    ......eppure......se si cerca bene nel passato.......quanti razzisti poeti?........perchè?
    29 gennaio alle ore 18.35

    RispondiElimina
  21. Michele Marseglia12 febbraio 2010 00:15

    si anche pound ..è vero...il perchè va ricercato forse in un risarcimento dell'animo?

    RispondiElimina
  22. Marialuce Carucci Potrei Michele mettere in luce la mia ignoranza intellettuale ?:) io non so chi sia Celine (tranne che ho una figlia che si chiama Celine ) e se me lo spieghi forse capiro di chi parli perche m interessa sapere ma anche perche puo darsi che lo sappia ma non mi ricordo mai molto i nomi ne i nummeri nella vita ...e un difetto mio . pero se mi si ... Mostra tuttoaiuta spesso invece so esattamente chi sia la persona il cui nome mi sfugge .puo anche darsi che non ne abbia sentito parlare e sono ignorante ma all'ignoranza si deve dare la conoscenza per combatterla ed arricchire chi e nell' ombra . grazie Michele , voglio sapere se avrai tempo perche il tema mi e molto importante . shalom !12 febbraio 2010 00:16

    !

    RispondiElimina
  23. L'antisemitismo di Céline traspare da alcuni suoi scritti ed è esplicitamente illustrato in tre pamphlet sulla questione: Bagatelles pour un massacre (1937), L'École des cadavres (1938) e Les Beaux draps (1941). Ne L'école des cadavres denunciava la rovina della Francia a causa degli ebrei e dei capitalisti, e invocava una nuova alleanza con la Germania hitleriana al fine di preparare lo scontro a ultimo sangue tra stati ariani e democrazie occidentali giudaizzate (Inghilterra e Stati Uniti) e bolscevismo. Inoltre Céline reclamava una rigenerazione razziale della Francia, che avrebbe dovuto depurarsi dalle influenze meticce e mediterranee del Sud agganciandosi al Nord Europa.

    Nonostante queste idee, Céline non fu mai organico al regime collaborazionista di Vichy e alla Germania. Le sue posizioni nichiliste, nelle quali evocava il dissolvimento di vinti e vincitori, avevano un sapore troppo amaro per potere essere gradite ai gerarchi.

    Céline non ricavò grandi vantaggi dalle sue opinioni. Nel dopoguerra ebbe a giustificarsi sostenendo che aveva sempre parlato nell'interesse della patria, e che non era mai stato sul libro paga di giornali o movimenti filo-nazisti (al contrario di altri "collaborazionisti")....
    « Ci si accanisce a volermi considerare un massacratore di ebrei. Io sono un preservatore accanito di francesi e ariani, e contemporaneamente, del resto, di ebrei... Ho peccato credendo al pacifismo degli hitleriani, ma lì finisce il mio crimine. »

    (Louis-Ferdinand Céline)
    Questo è tratto da wikipedia come ben potrai controlalre e rispondevo al post di EERemme..qaunto all'igornaza intelletuale sei in buona compagnia..ach'oio nonostonte le mie due lauree so di no sapere e che non si finisce mai di imparare...
    Michele Marseglia

    RispondiElimina
  24. come dice Eroma la poesia infondo non esiste se non altro xkè vibra emozione tra la anime di chi gli si avvicina!

    RispondiElimina
  25. Marialuce Carucci12 febbraio 2010 00:18

    Ora capisco tutto , e ...RICCORDO anche tutto perche non avevo fatto la relazione fra il Celine medico francese autore preferito del suo amico ebreo .... che Erremme cito anche se non capisco come fosse stato possibile che questo ebreo potesse dopo la SHoha preferire questo poeta nazzista ed il poeta da te nominato che ha ancora per noi lasciato un tatuaggio sulla sponda delle nostre rive nonostante lo consideriamo fallito dal punto di vista poetico e storico.

    perche lo era ? ... sennon che conoscendo persnalmentel'ironia del nostro popolo e dei suoi intellettuali io so che l'amico di Erremme se lo studdiava bene il Louis-Ferdinand Celine parlando di lui in "autore preferito " non perche lo ammirava , ne lo disprezzava....(chi anche dopo 3 generazioni si porta ovunque ed addosso la Shoah non puo odiare ne disprezzare essendo stata la sofferenza al culmine dove non rimane spazio all' odio credetemi ma solo al amore o dolore , alla ri-affermazzione di se stessi e dell'unico stato ai reduci concesso e costruito ) ma perche aveva bisogno di sapere e comprendere i perche di questo autore che fu protagonista storico all' interno dei movimenti razzisti e anti juifs (ebrei) prommovendo ed incitando l'odio e razzismo .

    ogni ebreo che dica o studi in profondita ogni cosa e personaggio in relazione allo sterminio di 6 milioni di ebbrei sente in se stesso l' obbligo , il dovere di trovare da qualche parte anche solo un velo di rispostenell'analisi dell'accaduto .Ma chi patisce nell'animo puo scegliere solo due vie ...quella della disperazione e trauma o quella dell'ironia anche sulla peggiore delle atrocita subite .Cosi e il popolo ebreo , riesce anche a prendersi in giro ironicamente per tutti i suoi difetti , sbagli ed anche per la lunghezza del suo naso !...
    Ti ringrazzio Michele per l'avermi ricollegata a cio che mi era sfuggito con grande chiarezza e precisione .Erremma il tuo grande amico ebreo dal sorriso cristallino t' invito a leggere il "suo...autore ...preferito " ed aveva veraamente ragione di chiamarlo preferito perche non si preferisce solo un affresco di Botticelli iddillico ma si preferisce anche una rappresentazione del pugno del corpo decapitato di Golia sotto la figura piegata di Davide del grande Caravaggio per cercare di capire nell'espressione della violenza come dissi prima il perche e valutarne un interpretazione .

    sinceri ringraziamenti a voi e te Michele .

    RispondiElimina
  26. Gianfranco Bussalai
    Gianfranco Bussalai
    Una poesia che appartiene al mondo

    RispondiElimina
  27. Maria Luce sono vicina al tuo cuore ed a quello di tutti coloro che soffrono o hanno sofferto persecuzioni, emarginazioni, maltrattamenti, offese, disprezzo a causa della loro razza, del loro credo religioso o politico, del colore della loro pelle, del loro stato sociale. Ma non meravigliarti se ci sono tanti che non potranno capire; è normale, ..conosco persone che non parlano neppure con i propri fratelli di sangue perchè stupirci se intorno a noi impera indifferenza, ignoranza e razzismo???Un abbraccio
    Wanda Mantero

    RispondiElimina
  28. linguaggio figurativo e linguaggio poetico tendono a sovrapporsi...non c'é unità... c'é come uno scarto, talvolta stridente, tra codifica e atto della ricodifica... l'unica integrazione credibile tra creazione e composizione ricreativa é nella partecipazione emotiva e soggettiva dei protagonisti. Per quanto i versi nascano come espressione del vissuto e dell'universo intellettuale e spirituale del poeta, trovo, tuttavia, un pò forzata e kitsch l'associazione con un book fotografico... Gloria, mi tornerebbe gradito conoscere la tua opinione in proposito. Gratias tibi ago. Vale!

    Gioacchino Colella

    RispondiElimina
  29. vedi Giocchino il kitch qui è fuoriluogo...
    il vidio è nato in forma privata in omaggio alla donna che amo e che ora mi è lontana migliaia di chilometri.
    le 2 poesie che vi contiene sono l'una in risposta dell'altra!
    in questo momento le sue foto sono l'unica cosa che posso toccare come esteriorità, naturalmente nel mio intro c'è tanto altro a cui affidarmi, ma questo non è vostro problema...

    RispondiElimina
  30. Gioaccino, so che tu non ami le contaminazioni multiartistiche e multimediali. In questa è la soggettività il privato della storia d'amore dei due c he emerge in tutta la sua evidenza e particolarità ,vissuta da loro e consegnata a noi per farci partecipare a un sentimento forte,che si affida anche a foto di momenti fissati nel tempo. Il tutto rivive nella musica nello scorrere del video, nelle intense parole scritte. Da una storia soggettiva,quasi un documento, agli amici che la guardano con altro spirito forse,più oggettivo, ma che sentono di partecipare...

    RispondiElimina
  31. Etiam ego gratias tibi ago, amice

    RispondiElimina
  32. SILEN­TIUM EST AUREUM
    CLAUSAE PATENT TETH
    VERBUM DIMISSUM CUSTODIAT ARCANUM
    FORTUNA NON OMNIBUS AEQUE
    DITESCO MORI... Mostra tutto
    VICTA IACET VIRTUS
    NUNC SCIO LUX

    RispondiElimina
  33. Gioacchino Colella12 febbraio 2010 00:27

    Eroma, non voglio svilire il tuo valore artistico...ci mancherebbe! La mia é un'impressione particolare, contingente e, come tale, non va assolutizzata... Altrove (vedi blog poeti clandestini), le mie considerazioni su un tuo lavoro sono state di tutt'altro avviso...eppure non mancava la "contaminazione multiartistica e multimediale" ... L'arte ... sempre germoglia da un nucleo di verità emotiva del soggetto, ma, allorquando se ne propone la facies in pubblico ,essa passa, ineludibilmente, attraverso un processo di oggetivizzazione ,che la rende opera d'arte, scelta artistica e, quindi, fonte di impressione in chi la contempla...Assolutamente legittima, ed anzi alta e sublime, l' elaborazione artistica del vuoto che le distanze dall'amata hanno creato in te, ma - e te lo dico con immediatezza e stima - l'associazione di versi e foto o, probabilmente, l'associazione di versi e foto in questo contesto, mi é parso lontano dalla tua sobrietà e dal tuo gusto altrove incontrati e da me pure variamente apprezzati. Forse sono io che tendo a restringere e selezionare troppo marcatamente gli ambiti di condivisione , magari le mie impressioni sono l'espressione di un mio limite...Ad ogni modo, perdona la manifesta contraddizione, sentivo di dover condividere il mio sentire con voi...Spero tu abbia compreso il senso profondo delle mie parole. Ciao!

    RispondiElimina
  34. lo compresi e lo accettai come tale!
    in quello che dici c'è una parte molto veritiera che riguarda la lontananza da essa e quella del video da quello che di norma io faccio.
    ma questo video come già detto nasce come concetto d'avvicinanza e non mi sento sminuito nell'averlo fatto, non è mia intanzione in futuro mettermi a creare video, "o forse chissà non posso saperlo"
    ma posso sapere cosa voglio ora!
    ora ti chiedo la tua considerazione dunque riguarda anche questo?:
    http://www.youtube.com/watch?v=CiLNosGgjUI
    Glora il commento del signore dovrebbe riguardare anche il tuo di video che ti ho fatto, anche li ci sono tue foto di facebook, musica e parole.
    direi che è identico nella forma e diffente nel contenuto.

    RispondiElimina
  35. Gloria Gaetano
    Ho visto nella posta Eroma. A Gioacchino è paiciuto il video che mi hai donato...

    RispondiElimina
  36. beh allora chiediamoci perchè quel video li si gli è piaciuto e questo no! come ho già detto direi che è identico nella forma e diffente nel contenuto. ma visto che era la forma quella che ha criticato devo solo dedurre che era una sorta d'attacco rivolto a me! ma non lo deduco perchè come ho già detto e mi ripeto senza stancarmi di farlo, quello che pensano le persone è e rimane solo ed esclusivamente un loro proplema Gloria, come i puntini dopo le frasi...ricordi?!? La mia strrada non è strada perchè chi la percorse non si permise mai di mutarla! Eroma12 febbraio 2010 00:33

    ho detto

    RispondiElimina
  37. Meravigliosa, meravigliosa poesia, inno all'eternità dell'amarsi - anche senza più un corpo. Fantastici i Cure, tra l'altro...:) Alba Gnazi12 febbraio 2010 00:36

    the cure nel titolo del quadro

    RispondiElimina
  38. Vittoria Di Fina
    che scrivevi da dio lo sapevo, ma ke ero ancora capace di piangere dinnazi ad emozioni, no!
    magnifica

    RispondiElimina
  39. Silvia Calzolari12 febbraio 2010 00:37

    ...forse per noi non ci sarà nè morte nè fine... o forse moriremo in campi gelati.....MA ... SAPRANNO DI PRIMAVERA LE NOSTRE ANIME.... Come conforta tutto questo.. Visione...

    RispondiElimina
  40. Lilia Sguario
    amasing poesie , i adore it .very positive , very artistic , with much imagination and passion , i like your painting too , it's very expressive. congratulation EROMA , thank u !!

    RispondiElimina
  41. To Fixyou
    Profonda, Esplosiva, questa lirica, questo Commosso Urlo verso il Cielo ..Bravo, mi è piaciuta ; il tuo quadro, Odora, della tua poesia.. Consapevoli della morte..Aneliamo alla Vita ,,

    RispondiElimina
  42. Marchese Ragona Alù Angelica12 febbraio 2010 00:39

    Le nostre anime amico mio vivranno in eterno se pure e come polvere di stelle ci adagermo tutti intorno alla splendita terrà perchè brilli all'infinito con i nostri fratelli sole e luna.
    Le nostre carni ed il nostro sangue saranno prelibato cibo che rigenera la vita.
    Sei sempre magnifico nell'animo tuo! Grazie!

    RispondiElimina
  43. Marialuce Carucci12 febbraio 2010 00:39

    i know .....am there , am here you are here , we ll be there both , we are already there ...living now and ever with you in withing that picture and us

    RispondiElimina
  44. bellissimo l'incipit di questa poesia, dove amore , appunto , è protagonista assoluto , l'amore che da sempre domina la vita dell'uomo , che la scuote , l'arricchisce o la distrugge...e la vita è troppo piccola e insignificante per poter contenere e comprendere un amore così grande e forte , che solo una dimensione senza tempo è in grado di spiegare !!!!!

    Immacolata Scura

    RispondiElimina
  45. Ludmila Sienna la donna cantata e dipinta è di sicuro invidiata di esser accolta da tanto amore e desiderio, ma qualcosa che non è soffocante ma eterno... come un'elemento della natura che rinasce continuamente. Che versi sublimi, io sinceramente ascolto sempre più distinta questa tua voce fatta di anima pura che difende la terra, il sogno, difende ciò da cui è nata "l'amore".12 febbraio 2010 00:43

    .

    RispondiElimina
  46. Lucrezia Caprara Ricci
    quando leggo le tue note resto sempre stupita per la sintonia che hai cn i miei sentimenti...e le mie emozioni....la poesia nn e' il mio elemento...giudico con il cuore....ma il colore si....e il tuo dipinto e' stupendo .....grazie....ho condiviso...buona serata amico mio......

    RispondiElimina
  47. viviamo nei nostri corpi capaci di...... amare...... Viviamo

    RispondiElimina
  48. Giovanna Impieri12 febbraio 2010 00:46

    ciao eroma, ....la ricchezza interiore che hai e' bellissima....ti voglio bene. giò

    RispondiElimina
  49. Mario Di Meglio
    l'immortalità dell'anima!!! ,per Kant è la 2 categoria ......

    RispondiElimina
  50. Che importanza ha l'eternità o la dannazione dopo la vita ,se hai trovato, per un attimo, anche per un solo attimo l'infinito della gioia? L'eternità se vogliamo è un concetto simile all'attimo, "non si coglie", "non si misura" avvolte l'amore se ne serve nel periodo in cui dimentica il tempo; può essere un secondo, può essere per un giorno, come per più anni, poi dilegua, però l'eternità era in quel momento! Ma l'idea dell'eternità è una malattia dello spirito! Dal nostri corpi in putrefazione cresceranno dei fiori semplici e noi saremo dentro di loro: questa è l'eternità. Eroma12 febbraio 2010 00:48

    -

    RispondiElimina
  51. Marialuce Carucci12 febbraio 2010 00:48

    dalla vita e nata la morte
    dalla morte e nata la goia
    dalla vita e nato il dolore
    dal dolore e nato l'amore
    dall'amore e nata la loro vita...

    RispondiElimina
  52. ..Bellissima poesia!Quello che oggi provo è tutto racchiuso nelle vostre parole!

    Daniela Parrini

    RispondiElimina
  53. Patrizia Lattera è straordinario12 febbraio 2010 00:50

    ,

    RispondiElimina
  54. Marialuce Carucci12 febbraio 2010 00:52

    Lumdmilla credo che la spiegazione non debbaa essere confermata da me o da Eroma perche un rispondere qui sarebbe come un gesto di vanita che mi e totalmente estraneo per dirti la verita non so cosa siano questi commenti .....Non solo ma come dice Patrizia questi VERSI e DISEGNO D'ARTE ( CREATI per la Donna che ha reso Eroma fortunato come sai E scritto gia chi sia nella tua domanda in interogativo in risposta alla mia affermazione sopra ) E STRAORDINARIO come altri che per la donna fece e continua a fare . ridurre il commentare su argomenti ad un livello che non vengono meritati da tale splendore non mi sembra un segno di rispetto e bonta . Basta che guardiate con piu attenzione non solo la bacheca o blog di Eroma ma cio che scrive o esprime qui per capire che questo non e un tema dal quale scaturire moventi per chiacchere in saldo e nessuna cosa effimera : c e valore qui ...diffende qui la sua Terra Amata propio dalla meschinita gratuita e tutto cio che ne sfiori il loro amore con l'offesa o volgarita .

    si vivete intando i vostri "corpi " capaci di amare Lucia Calabro perche chiedervelo ???? Infatti Lucrezia non chiede ad Eroma nulla ma lascia che la bellezza e purezza del tutto transcritto in versi ed immagini da Eroma possa essere esaltata non ridotta all'effimera inutilita che e offensiva all'artista ma anche a la sua donna .

    @grazie Patrizia ,@ Lucrezia un suave abbraccio a voi dal cuore veramente !...

    RispondiElimina
  55. Spero che la polemica ,anche interessante, tra eroma e Gioacchino si sia risolta, anche perchè a gioaccino sono sempre piaciute le poesie e le espressioni artistiche di Eroma. Ha dei problemi ad accettare il video. Perchè non ne discutiamo?
    per quanto riguarda Celine, è uno scrittore di un certo valore stilistico, perchè usa il flusso di coscienza ma, per quanto riguarda l'antisemitismo, devo dire che nella seconda parte dalla sua vita ha rinnegato quel periodo. Molti lo hanno fatto, e non solo Pound. Molti italiani, anche registi importanti del neorealismo. Ma quando hanno fatto le loro dichiarazioni da ignoranti, erano molto giovani e catturati da quel che si diceva a scuola, dalla propaganda e dal servizio militare. Succede anche oggi che si voglia distruggere un popolo. Succede. Le aberrazioni continuano. Ci sono muri lager. Non siamo cambiati, anzi l'occidente e l'Impero sono più feroci di prima. Hanno distrutto l'Africa per i loro interessi di mercato. Hanno ucciso Lumumba, gtande leader dell'indipendenza africana e sostenitore di una società più giusta e messo al suo posto il deprecabile Mobutu. L'Algeria con Ben Bella stava costruendo una società giusta, ma è scomparso sostituito da un integralista islamico. E così continuando. Tanti popoli soffrono e noi non ci accorgiamo di sostenere i loro oppressori. Chi è senza peccato...Un mondo che ancora aspetta di essere liberato mentre altri godono di tutti i privilegi. Il nostro pensiero va agli oppressi ai dannati della terra. A quelli che non avranno che un posticino nella storia scritta.

    RispondiElimina
  56. Grazie Eroma Grazie Marialuce per aver espresso le vostre voci d'amore qui

    RispondiElimina
  57. leggo e rileggo tutto, davvero tutto continuamente x l'enfasi espressa ovunque, nella poesia nei commenti in quello che Gloria ha detto nel penultimo, come laureata in relazioni internazionali e diplomatiche estere avrei mote cose da aggiungere, ma pultroppo non ora, haimè il tempo m'è tiranno, ma rimando solamente...
    e nel frattempo vi ringrazio di tutto.
    P.s.Eroma il link che hai incollato fa visualizzare solo una pagina gialla, io sono entrata da quello che Gloria ha sula sua bacheca, cambialo è importante ciao

    RispondiElimina
  58. 1° Sessantasette anni dopo la sua comparsa nelle Nouvelles Éditions Françaises di Céline, suscita dibattiti che divide culture, che prima o poi i taccuini incriminati sarebbero stati ripubblicati era dato abbastanza per scontato, come anche Pound, innanzi tutto, Hamsun, La Rochelle, Brasillach, o tedeschi indiziati di un' adesione un po' troppo convinta al nazismo (anche se poi ritirata), come Jünger o Gottfried Benn. «Il punto è che un testo come questo andrebbe pubblicato con un briciolo di responsabilità ,contestualizzandolo storicamente. Oggi oramai non c' è quasi nulla che reputi impubblicabile, ma non c' è figura che mi ripugna di più del fanatico ideologizzato, a cui mi sembra sia indirizzato questo genere di operazione. Mi disgusta l' uso che in un certo sottobosco estremista viene fatto. Io dico basta leggere la Storia dell' antisemitismo di Léon Poliakov per rendersi conto che il 90 per cento degli scrittori occidentali da Shakespeare in poi erano antisemiti. Allora non si potrebbe più leggere Voltaire, Balzac, neppure i feuilleton dove l' ebreo interpretava sempre la parte del bieco figuro... Se ci mettessimo a giudicare i reprobi non leggeremmo neppure Sade, Tolstoj, Baudelaire, tutti in contrasto con le nostre convinzioni liberali. D' altronde è molto difficile che un grande libro contenga grandi valori morali perché la caratteristica del genio è di rappresentare l' umanità nella sua dimensione più profonda e quindi anche le grandi miserie e meschinità. Personalmente nella mia ignoranza visto che non ho che 3 decenni dico che quell' errore rimane, non è più riparabile, tuttavia Céline è l' autore di libro, capace di raccontare come pochi altri l' esperienza di quella generazione, Viaggio al termine della notte, anche se le sue opinioni, il suo comportamento lo hanno squalificato ai nostri sensi. Personalmente lo considero una persona spregevole, ma sono favorevole a qualunque tipo di pubblicazione, non posso permettermi di essere contrario a nessuna parola scritta. Concludo dicendo che anche su questa celebrazione dello stile di Céline metto un punto interrogativo. Ci sono almeno venti scrittori, suoi coetanei, più significativi di lui. Il rifiuto di Céline non è di ordine moralistico, ma si basa sul fatto che la debolezza del pensiero che innerva i suoi romanzi, la sua ideologia così povera, piccina, che allinea tutti i luoghi comuni del più becero antisemitismo non possano produrre grandi libri. La cattiva ideologia non è un reato contro la morale ma contro la letteratura stessa. 2° Patrice Lumumba non ha avuto il tempo di diventare una leggenda come Che Guevara, ma è diventato un simbolo! "La guerra delle birre", Agli inizi degli anni Ottanta, Il direttore vendite della Bracongo ingaggiò un ’uomo-marketing si chiamava Patrice Lumumba, e doveva passare alla storia per ben altro che un boccale di birra. Bere Polar era come “votare” Lumumba, l’uomo venuto dall’est del paese, che intanto si stava creando il suo partito per esigere l’indipendenza. Tracannare Primus era parteggiare per Kasa-Vubu, il leader di un movimento, l’Abako. Lumumba è presto diventato un mito, fuori del Congo prima che nel suo paese, Il suo nome e l’inconfondibile figura sono scolpiti nel firmamento degli eroi del panafricanismo. Il 30 giugno 1960 è la data dell’indipendenza : «Nessun congolese degno di questo nome potrà dimenticare che l’indipendenza è stata conquistata giorno per giorno». L’oratore continua, con lo stesso tono solenne e una voce quasi monocorde: «Noi abbiamo conosciuto le ironie, gli insulti, le sferzate, e dovevamo soffrire da mattina a sera perché eravamo negri. Chi dimenticherà le celle dove furono gettati quanti non volevano sottomettersi a un regime di ingiustizia, di sfruttamento e di oppressione?». A otto giorni dalla secessione del Katanga dal sottosuolo scandalosamente ricco di minerali preziosi - secessione di cui i belgi erano in tutta evidenza il deus ex machina, fornendo a Tshombé anche l’esercito Lumumba minaccia di chiamare Mosca in sua difesa, facendo schiattare di rabbia Bruxelles. Nel Duemila, una commissione d’inchiesta a Bruxelles esaminava le responsabilità belghe nell’assassinio di Lumumba. La verità, dopo quarant’anni, era ormai venuta a galla. Il delitto venne ordito tra belgi e Cia. 3° Trovo un'atto disumano mettersi a criticare il video vedendolo come composizione d'arte, perchè come già espersso prima, il video non è altro che un'omaggio alla donna che amo e che ora mi è lontana migliaia di chilometri. Le 2 poesie che vi contiene sono l'una in risposta dell'altra! In questo momento le sue foto sono l'unica cosa che posso toccare come esteriorità, naturalmente nel mio intro c'è tanto altro a cui affidarmi, ma questo non è vostro problema... 4° Ringrazio Gloria per avere un'animo così dolce e combattivo allo stesso tempo, ci tengo a sottolineare il bene che le voglio a prescindere da quello che fa, che ha fatto e che possa fare, il bene è rivolto al suo essere ,alla sue lotte, alla sua pace. Eroma12 febbraio 2010 03:57

    !

    RispondiElimina
  59. Il congo o ex zaire è un ex colonia belga "indipendente", per modo di dire dal 1960. la sua storia è fatta di instabilità politica dittature e colpi di stato, pur muovendosi nell'aria dei paesi socialisti. attualmente i volenti scontri scoppiati fra le diverse tribù ,mantengono la situazione precaria e molto pericolosa. è sempre stato al centro dell'interesse della nazioni ,per i ricchi giacimenti di minerali, è da sempre sconvolto da guerre ta cui quella del Katanga, che fu una delle più sanguinose. dopo dittature e colpi di stato ,ultimamente sono scoppiati anche contrasti etnici fomentati dai vari dittatori. comunque gran parte del materiale disponibile su Lumumba haimè sono mezze verità. addiritura si dice che il suo partito salì a capo con soltanto il 25% dei voti...
    In Africa tutti hanno del sangue tra le mani, è la storia che lo racconta.

    RispondiElimina
  60. Benedetta Fregna12 febbraio 2010 05:40

    trove leu due poesie l'una in risposta dell'altra assolutamente coinvolgenti, come quelle storie di alcuni anni fa, storie d'amore struggenti che appssionavano i lettori. ma qui si parla di 2 persone reali ,quindi il tutto mi emoziona ancora di più, poi aggiungerei la subliminazione dell'arte che hanno nel sangue assolutamente pure, parole, dipinti, immaggini, lascrime tutto è un richiamo toccante ,tutto è una sensazione vacillante ,come un tragitto in nave sulle onde, grazie Mrialuce, grazie Eroma, sono stata in viaggio nelle vostre anime.

    RispondiElimina
  61. La storia si fa sui documenti e quando ci sono giornali, notizie, ci sono vari metodi e linee storiografiche. L'Africa era un paese colonizzato, la sua storia è di liberazione. C'è stato unperiodo in cui c'erano tutti i grandi capi della liberazione. Ben Bella Lumumba senghor Agostinho Neto, tutti da me antologizzato e altri ancora. Ricordate Frantz Fanon l'algeria si toglie il velo? Ora dove sono? Tutti dormono dormono sulle colline? Tutti uccisi da quegli ignorantoni degli africani, che non capiscono e non sanno votare?. Non è così. Io ho raccolto tutto. Faccio questo mestiere. Abbiamo, belgi o non, comunque legati agli imperi occ e oggi all'Impero Usa, e domani a un altro, tutti le mani sporche per i mercati, per avidità, per leggi economiche. Certo è che è scomparso un intero movimento e oggi si fa traffico d'armi, mercato di schiavi, incetta di bambini soldato.
    Ma noi facciamo beneficenza e ci laviamo le mani,noi lib lab. Pronti ancor oggi ad andare ad uccidere in Afghanistan in Iraq bambini e donne. Pronti noi a togliere il velo alle donne, quando già dal 60 al 70, anzi prima, se lo stavano togliendo.Eroma si è andato a documentare,o forse già lo sapeva, su Lumumba.
    Vorrei che leggeste Arundati Rhoy. Anche per l'Asia. vorrei che leggeste l'Internazionale e le Monde diplomatique. dobbiamo capire, è un fatto etico e civile.

    RispondiElimina
  62. Andiamo signori sappiamo come funzionano le cose i popoli che hanno le terre + denze di materie prime... è li che c'è la fame e la miseria e ci sarà sempre. sappiamo come funziona no', prima si conquista, poi si sfruttano le risorse, poi in nome di dio sovrano e della civiltà si cerca di instaurare li la democrazia. intanto chi l'ha conquistata è divenuto + ricco, la potenza economica degli stati dipende dal valore lordo del possesso d'oro nelle bancha di statuto federale. ecco xkè dio è fort nox. si la storia Gloria è la storia della conquista dell'amrica latina, è la storia dei movimenti delle crociate, è la storia prima ancora di quello che non ci fù mai concesso di conoscere ,quello che sappiamo della storia devvero ,non è tanto le sue fonti, ma il suo continuo ripetersi ,ripetutamente ,ostinatamente , prendiamo i I curdi sono perseguitati politici. perche' la Germania temeva una grande ondata!? guerra alle frontiere tra la Turchia e l'Iraq, nei territori abitati dai Curdi, il richiamo del petrolio e del gas ,stai scherzando a dire non avevano nulla a fare gola! Come per gli Armeni, agli inizi del Novecento ridotti allo sterminio, anche i Curdi vengono trattati soprattutto dalla Turchia come una minoranza etnica inaffidabile e da soggiogare. questo popolo ha sempre avuto un ruolo determinante lungo le maggiori vie di comunicazione tra Asia ed Occidente. Non ha mai vissuto la religione islamica come un "credo politico", non sentendosi né sunnita né sciita, praticando invece una sorta di "sincretismo" religioso, prediligendo i legami tribali e adottando uno stile di vita sociale e politico piuttosto laico. Per questo sono stati perseguitati duramente da Saddam Hussein, ed oggi si trovano con un'autonomia federale nel neo-stato iracheno, sotto il dominio politico-militare statunitense, mentre sono mal tollerati dai russi, ortodossi, e dagli iraniani, sciiti. per rispetto alla persona che amo, non scriverò + di queste fonti storiche che magari formano dialogo, ma che non vedo vicine all'opera pubblicato, che è densa di lei, intriseca del suo animo e sangue. Mo Chúisle è gaelico significa ,il mio tesoro il mio sangue. EROMA12 febbraio 2010 07:48

    -

    RispondiElimina
  63. questo destino è donarti me stesso... dalle mie notti insonni ai lunghi sorsi di cielo ,bevuti sulle alture ...o sulle rive! ti destinerò le brezza dei mari che percorsi ti destinerò il sole ancora vergine dell'alba e tutti i trmonti che vedrò ai piedi di alberi popolati di nidi. e tu... accogli tutti i miei stupori i miei tremori accoglimi... e lasciami il tempo necessario per abbeverarmi dai tuoi occhi che ti son stati donati così colmi di cielo così profondi di secoli di luce da qui abissi per tutti i miei naufragi. Eroma12 febbraio 2010 08:05

    in omaggio al mio amore...

    RispondiElimina
  64. Vi auguro un radioso futuro felice,che la vostra dolce promessa sia per sempre.......l'Amore...e' l'unica forza che puo smuovere....le montagne....il mare..ed il cielo.....e puo avvicinare chi e' lontano....un bacio......vi voglio bene!!!

    RispondiElimina
  65. In ogni poesia Marialuce racconta una fiaba.
    Immagini,suoni,colori che vivono sempre con quel velo di malinconia,ma immensamente dolci,pieni di poesia,sogno,amore e speranza.
    Albert Camus,scrisse un brano che non riesco più a ritrovare,mi pare:I fiori del deserto. Leggendo Marialuce mi sembra di vedere un fiore del deserto: fragili,delicati,ma di una dolcezza e di una bellezza che può riassumersi solo con un nome: POESIA.
    Eroma,ha uno stile inconfondibile e un grande talento,lo apprezzo moltissimo....!!!
    A voi,che l'Amore e la Poesia risponda ai vostri sogni e vi regali tanta gioia....!
    Maria Cattaneo

    RispondiElimina
  66. LEI,LEI,lama sabactani?

    RispondiElimina
  67. LAMA ? Mi ata ?! Ulai ata lo makir oti adain ?
    Aval ani makira otra , lachen ani yodat mi ata "ANONIMO " !
    Ani lo azavti otra .Al tikaness le kan .Truth has always got proofs , and i hold proofs of ALLLLLLLLLLL !

    RispondiElimina
  68. "CONSUMATUM EST"

    RispondiElimina
  69. God see and knows what you don't and is my witness...
    Truth is truth no matter you won't believe in it. The proofs you have are a manipulation of a an oportunistic third party, in whom you prefer now to believe; he intercepted almost all of my messages to you, since 1/15/2010. But, you don't have the will to search for the truth. It is more confortable to acuse me, to lose faith and to abandon our dream. But I will not fight anymore for an impossible love, impossible because you chose it to be so...
    If someday you discover the truth, that you judged me unjustly...that day will be too late, that day your betrayal will be consumated.

    RispondiElimina
  70. ENROMA :
    YOU DON'T HAVE ANY RIGHT TO DO WHAT YOU HAD DONE.
    YOU TOOK HER PHOTOS AND HER POEM TO DO THIS VIDEO WITHOUT HER CONSENT AND MADE A PLAGIARISM AND ALSO HUMILLIATED HER WITH THE DRAWINGS AND COMENTARIES THAT YOU PUBLICATED IN INTERNETAT HER BACK. A TRUE MAN, ONE THAT LOVES AND RESPECTS A WOMAN DOESN'T DO THAT. I MUST DEFEND HER, AND I WILL, TRUTH HAVE TO BE REVEALED AND YOUR CRIME AND EVILNESS HAVE TO BE UNMASKED .

    RispondiElimina
  71. you can not threaten me like that, white boy ... there are people whose sole crime of being born, I have 30 years of cuil half passed without a guide, and I just made a statement to the manner in which turns this dirty world, see this is not only an affair between you and me, this is politics child, this is economics, and spirituality.
    On this side are not all like you, that is just another son of a bitch that can break your balls, you still wake up one morning and finding your next testicles floating in a glass of 'water ... Stay sharp!

    RispondiElimina
  72. Mi sono imbattuto per caso in questa datata discussione....ebbene devo precisare che, essendosi tenuta in altra sede ed essendo stata successivamente trasposta in questo blog, sono stati elusi ulteriori miei interventi che dissipavano ogni dubbio su una mia eventuale, arbitraria valutazione artistica dei lavori proposti, su base affettiva. Era solo per chiarire.I termini della discusisone sono ormai irrilevanti, essendoci grande stima ed affetto tra me Gloria ed Eroma.
    Gioacchino

    RispondiElimina