sabato 27 marzo 2010

IL MIO SOGNO di Tatyana Andena


(Apolo y Dafne di Gian Lorenzo Bernini) 


Dormo, o forse vorrei stare con gli occhi chiusi
in un riposo che distende il mio sguardo
dalla vita, il suo divenire, i suoi frastuoni.

Dormo, conservando, per te, l'ultima traccia
di bellezza
e mi lascio accarezzare
dalle ore della malinconia, del tempo fermo, del tempo vuoto.

Non ho parole, mentre dormo
e nemmeno ricordi
immagini
sensazioni
ho solo
la coda di un sogno
come una stella cometa
che mangia il rosso del tramonto che,
da qualche parte
accoglie i tuoi passi
e della notte
che sarà buio nel tuo riposo
stanco.

Dormo, appassita
nel vuoto, dopo di te
e prima di te
confidando agli angeli nascosti
nelle gemme improvvisamente sbocciate
come la mia emozione
taccio, muta
e ascolto
dormendo
il mio sogno,
di te.






40 commenti:

  1. Ringrazio Gloria che sempre mi incoraggia nella scrittura, che ultimamente mi vede più scettica,va e viene dentro di me.
    Questo testo è una semplice riflessione che mi ha colto davanti al ricordo di un passato e alla finestra del futuro, fluttuando nel presente..un tempo a volte muto che porta in me ricordi, speranze, disillusioni e sogni che volano e si impossano di nuvole, colori, che non vogliono sbiadire.
    Questi pensieri, che definire poesie mi sembra eccessivo, sono quando le parole mi aiutano e mi incoraggiano ad andare avanti.

    Vi auguro una felice Pasqua se siete credenti, altrimenti qualche giorno di tranquillità e riposo.

    Grazie a tutti coloro che mi lasceranno un commento

    Tatiana

    RispondiElimina
  2. Bellissime le sensazioni che si colgono leggendo questa lirica, molto profonda, malinconica, dolce.
    Max

    RispondiElimina
  3. ...in particolare destano la mia attenzione codesti versi, perchè per una volta tanto vi scorgo all'interno una introspezione reale piuttosto che una prova di viaggio nel mondo delle suggestioni immaginarie. Amo poter vedere le persone raccontarsi a modo proprio.
    Mi piacerebbe che mi spiegassi "...ho solo
    la coda di un sogno
    come una stella cometa
    che mangia il rosso del tramonto che,
    da qualche parte
    accoglie i tuoi passi
    e della notte
    che sarà buio nel tuo riposo
    stanco."..........perchè non credo di aver compreso appieno, e per questo chiedo venia.

    Questi versi in particolare, a me personalmente, danno l'idea di trovarmi al cospetto di una vera e propria poesia, checchè tu possa pensarne.
    Buona Pasqua a tutti voi e che il BENE vi circondi in un abbraccio.

    TONI MANERO

    RispondiElimina
  4. la coda di un sogno paragonata a una stella cometa, che appare prima della notte, ancora al tramonto, e quindi in quel limbo che tutto ci fa apparire più vivo e vero, anche se in realtà è solo il nostro desiderio.
    E il vuoto, rimasto dopo che l'amato/a è andato via, lascia solo la possibilità di confidarsi agli angeli, mentre sbocciano le gemme - e forse nuove speranze. Onirica, leggera come l'angelo che ascolta le malinconie e gli inesprimibili desideri. Molto bella.
    Francesca Varagona

    RispondiElimina
  5. il sonno dell'amore sognato,di pensieri liberi di volare alla ricerca dell'infinito,di riempirsi la bocca di versi profumati di una emozione grandissima 'l'amore che è in te'..baci taty
    Ale tuo amico di Fb

    RispondiElimina
  6. grazie di cuore a tutti.
    Toni: la coda di un sogno, una stella cometa, sono i ricordi, il rosso sfumato di amori andati via, spesso solo sognati, vissuti dentro, sono i pensieri, le speranze che spesso si scontrano con un tramonto, la fine di una giovinezza che tarda a svanire, quel senso di innocenza che abbiamo sempre, anche quando siamo delusi, il nostro rimanere in attesa, nel silenzio, nel sogno, di un amore, un presagio nuovo.!
    Tatyana

    RispondiElimina
  7. molto bella si vola...
    aerea,
    sospesa come le favole...
    rarefatta, inafferrabile,
    suggestiva e musicale.....
    c'è l'esperienza dell'irraggiungibilità
    dell'oggetto d'amore,
    l'illusione di poterlo possedere,
    l'impossibilità di tenerlo al guinzaglio...

    perchè è sogno....senza tempo....
    è noi siamo fatti della stessa stoffa dei sogni...diceva Shakespeare...
    grazie dell'emozione destatami...

    un caro saluto.... piero lo iacono

    RispondiElimina
  8. sempre belle le tue parole......anche nella separazione..nella tristezza del ricordo lontano....sempre attenti a non idealizzare....il Sogno...

    RispondiElimina
  9. Anche nel sonno cerchi il volto amato,per offrirgli il profumo dello sbocciare di un fiore.Sei la carezza ed i baci di ogni donna...

    RispondiElimina
  10. Cara Tatiana, conoscevo già questa tua splendida poesia e ne avevo assaporato i vari sentimenti e le svariate sensazioni che ti offre...Bellissima come tutte ti ringrazio di avermi porto tre minuti di bellezza poetica. Un plauso a te...Bruno

    RispondiElimina
  11. Gabriele Prignano2 aprile 2010 03:09

    Noto, in trasparenza, la donna forte, particolarmente sensibile e reattiva, estremamente generosa e buona, quel'è Tatyana. Noto profondi, inestinguibili ardori, che qui sembra le suggeriscano una sosta, invitandola a sognare. Il "frastuono" della vita da una parte e, dall'altra le disillusioni non l'abbattono. Nemmeno si addormenta (vedi il primo verso.): sogna. Insegue i suoi ricordi ad occhi aperti. Li rivive lucidamente, malinconicamente...poeticamente.
    E' bellissima, cara Taty. Un augurio di buona Pasqua a te, a Gloria e a tutti gli amici di questo GRANDE blog! (Io faccio ancora fatica a leggere...ma fra qualche giorno vedrete!)

    RispondiElimina
  12. Sublime , delicata, struggente , commovente !
    Mi sono sentito stringere il cuore attraverso l'emozione condivisa come solo un grande Poeta sa fare attraverso i suoi Versi.
    Sai dare voce all'Anima e penetri in profondità ! Grazie !

    RispondiElimina
  13. In questo spazio fluido,rarefatto, in cui si perde il senso della realtà della propria esistenza, emergono, quasi in un sogno ad occhi aperti,il passato ,il presente e l'incerto futuro,mentre la malinconia si addensa nei vuoti del nostro animo.E si ritorna ai ricordi,alle delusioni in attesa di un nuovo amore e affiorano nuove sensazioni nel toccante silenzio dell'irrealtà.Oniriche suggestioni ed emozioni si susseguono,nel solitario vagare, in cui si ha la sensazione che,come gemme,qualcosa di nuovo e di bello nascerà,mentre ancora non si spegne la presenza dell'amato e ci si addormenta con il pensiero a lui rivolto. Molto dolce,lieve e raffinata. Ren

    RispondiElimina
  14. è lo stare con gli occhi chiusi, in quel momento vengono ad abbracciarti tutte le immagini, tutti i desideri, tutto quello che ti manca
    Taty

    RispondiElimina
  15. Un dolce abbandono che sovrasta la rinuncia, dove avverti appena l'eco di un contrasto. Una ardente passione si dipana sfumando nell'etere, per raggiungere un'altra dimensione dove si sfiorano a guisa di carezze i sussulti impetuosi dell'animo....e tutto approda ad un sogno, che diviene musica celeste. Il tempo non appartiene agli "angeli nascosti"
    Grazie Tatyana
    Leopoldo Costabile

    RispondiElimina
  16. Bellissima!!!!fa veramente sognare questa lirica...grazie Taty di avermi taggato le tue note sono come sempre dolcissime piene d'amore.a me piacciano tanto....ti Auguro una pasqua piena di felicità....TVB....SASY!!!!!

    RispondiElimina
  17. vi ringrazio di cuore per i vostri commenti!!!
    A volte mi dico che devo smettere di scrivere, perchè a volte si va in profondità e si soffre, poi quando vi sento intorno a me, riprende la follia di cercare parole nuove.
    Mi fa sorridere di affetto come sa interpretarmi Gabriele,al quale auguro di rimettersi prestissimo!
    Un abbraccio a tutti!!!
    Tatyana

    RispondiElimina
  18. Wanda Allievi2 aprile 2010 09:29

    "Dormo, appassita
    nel vuoto, dopo di te
    e prima di te
    confidando agli angeli nascosti
    nelle gemme improvvisamente sbocciate
    come la mia emozione
    taccio, muta
    e ascolto
    dormendo
    il mio sogno,
    di te."

    E' molto bella questa tua poesia, dolce, delicata, romantica...
    "Dormo, conservando, per te, l'ultima traccia di bellezza"...bellissime queste parole...
    Grazie Tatiana

    RispondiElimina
  19. grazie a voi tutti per i vostri commenti!!

    tatiana

    RispondiElimina
  20. Daniela Fenoaltea2 aprile 2010 09:54

    Ci sono momenti in cui le voci dei sogni vogliono essere ascoltate..Fermare il tempo e regalarci altri sogni, sorrisi... per poi rimanere appagati nel donarli agli altri. Grazie Tatyana!!!

    RispondiElimina
  21. ...donarli alle persone che ami...

    RispondiElimina
  22. Ricordo questo tuo sogno, mi bastano poche righe e riaffiora tutto, o quasi tutto, nella memoria. Che sogno meraviglioso...socchiudo gli occhi e lo faccio rivivere nella mia mente grazie a te.
    E' talmente bella questa tua poesia che mi permetto di dirti che tu sogni in "grande" e forse è per questo che il tuo sogno stenta a diventare realtà. Ma succederà si sogna perchè c'è stato e c'è ancora tanto amore da assaporare.♥ un abbraccio giò giò
    PS mi sono un pò ripetuta, ma è quello che ho sentito...

    RispondiElimina
  23. ho solo
    la coda di un sogno
    come una stella cometa

    e' molto bella quest'espressione 'la coda di un sogno'.E' quel che resta di un amore.

    RispondiElimina
  24. Sognare è il mezzo che l'anima ha
    perché non le fugga mai
    ciò che fuggirebbe se smettessimo
    di sognare che è realtà ciò che non esiste.
    Muore solo
    un amore che ha smesso di essere sognato
    fatto materia e che si cerca sulla terra

    RispondiElimina
  25. Si, Gloria ha capito perfettamente lo stato di questa poesia..un amore che può vivere anche solo dentro di noi, e finchè amiamo rimane vivo, intatto, non ci fa sentire la solitudine.Una volta che dimentichiamo, ci piove addosso la sofferenza, perchè ci siamo svestiti di amore..Io penso che amore siamo noi, noi lo facciamo vivere, amore è nella nostra anima e lo riversiamo su qualcuno, ma amore è e siamo noi.
    Grazie a tutti, bacioni
    Tatiana

    RispondiElimina
  26. molto chic, mi piace, prende...

    RispondiElimina
  27. Sembra "un sogno nel sogno"...dolce e malinconica questa poesia accarezza dolcemente le ferite che un'amore ha lasciato...
    F.Giorgio

    RispondiElimina
  28. ... un dolce sonno accanto a qualcuno... che è pieno di tranquillità... cosa molto rara... Grazie... Pino Soprano

    RispondiElimina
  29. Silvana Esu Stupenda!

    Nel leggere qesto sogno...rivivo quel periodo, ormai lontano, in cui i tormenti di un Amore proibito e lontano bruciavano il mio cuore e...mi immedesimo in te

    RispondiElimina
  30. Uomo Qualunque

    Il sogno dell'amore nell'immaginario dell'amato,
    che coinvolge ogni nostro pensiero in ogni momento della nostra esistenza.
    Ponendoci regolarmente degli interrogativi del prima, del dopo, che chi è, o è stato innamorato.
    Sentimenti, pensieri, descritti con molto sentimento

    RispondiElimina
  31. Giancarlo D'Ortenzi

    splendida manifestazione d'amore..la cometa che divora il rosso del tramonto...veramente dolce e un pò malinconica...bravissima

    RispondiElimina
  32. Il Poeta della Montagna

    L'amore è il sogno dei sogni Tatiana...e in te, in te egli trova la via per venire al mondo

    RispondiElimina
  33. silvia calzolari3 aprile 2010 02:58

    Dormire....inseguire nel ricordo e nel presente dell'anima l'amore. Sentire le sfumature...e conservare "la coda di un sogno
    come una stella cometa che mangia il rosso del tramonto". Nell'appassire...nel vuoto....nel proprio silenzio/nascosto...tenere viva la luce del sogno dell'amato. Una fiammella che fa sentire vivi...un calore a cui aggraparsi nella speranza e nel non voler perdere senso d'amore. Una poesia intimista, delicata e elegante! Grazie Tatyana...per l'emozione!

    RispondiElimina
  34. Giovanna Lombardi -

    Che sogno meraviglioso...socchiudo gli occhi e lo faccio rivivere nella mia mente grazie a te.
    E' talmente bella questa tua poesia che mi permetto di dirti che tu sogni in "grande" e forse è per questo che il tuo sogno stenta a diventare realtà. Ma succederà si sogna perchè c'è amore.♥

    RispondiElimina
  35. Ghita Stefania Montalto

    amo la tua vena malinconica.. c'è tutta la tua dolcezza.. il tuo lasciarti andare leggera.. nei pensieri.. e come sempre mi emozioni tanto

    RispondiElimina
  36. Poesia dolce che ci invita a sognare e viaggare sulla stella cometa vivendo le stesse emozioni

    RispondiElimina
  37. in un rossso tramonto che prepara una nuova alba.
    Espressivi l'Apollo e la canzone di Tenco.
    Mi scuso per non aver fimato prima
    Antonio Lanza

    RispondiElimina
  38. Grazie a tutti per i vostri commenti.

    Grazie a Gloria per il suo incitare, dolce, alla scrittura e alla poesia.

    Grazie alla poesia, perchè sono attimi intensi di vita racchiusa in emozioni che ci arrivano attraverso gli occhi e il cuore di chi scrive.

    Vi auguro dei giorni di serenità e Buona Pasqua

    Tatiana

    RispondiElimina
  39. Grazie a tutti per aver partecipato a questo che è un incontro di poeisa. Mi stimolate con i vostri interventi curati e ayyenti a continuare nell'impegno di far vivere questo blog che diffonde e divulga poesia. Abbraccio tutti. Serene Feste!

    RispondiElimina
  40. Il sonno e il sogno...l'amore, a prescindere dall'amare un umano, qui la maglia degli intrecci, va oltre.
    Non commento facilmente, eppure a volte i nostri sguardi non possono che guardare, guardare e ancora guardare.

    Davvero magnifica, Tatyana.

    RispondiElimina