mercoledì 17 marzo 2010

NEL FUOCO DEL TEMPO di Giorgio Filippini

(E. Hopper, Habitación de hotel)

Guardo
oltre il velo
delle illusioni

Celle d orate
le tue labbra
incantevoli prigioni

La ragione
la tua lingua
e
la rugiada

bruciano insieme
nel fuoco eterno
del tempo immobile
cristalizzato
fermo

Dalle colline
dei tuoi seni
a salire dei sensi
girano a spirale
luminose diagonali
invisibili tormenti

Pennelli morbidi
di memoria
intingo
dentro un lago
di liquida
fantasia di vela

Nel quadro in progressione
della mia mente
sboccia
per poi fiorire
una stagione tenera
un germoglio d'amore
ancora trasparente

Si sciolgono
per mescolarsi
insieme a te

i colori misti
infiniti del niente

Dipingendo nuove tele
di futuro
reale

Non piu' appariscente




18 commenti:

  1. "oltre il velo delle illusioni" si dischide l'incommensurabile presenza-assenza del Tempo, dimensione immaginaria che altro non è se non il rivelarsi degli avvenimenti, il passaggio, il cambiamento, l'evolversi degli spazi... dove qualcosa di immutabile, seppure variabile nelle sue manifestazioni, resta: l'Amore che "sboccia per poi fiorire... ma ancora trasparente". Trasparente perchè non reso opaco dall'illusoria impermanenza dei veli... e nell'Amore, "fuoco eterno" , si apre l'esistenza ad un "futuro reale".
    Questa poesia mi ha davvero colpita, molto profonda e ricca di echi e suggestioni.
    Alberini Alexis

    RispondiElimina
  2. le parti dell'essere senziente.ragione,labbra,lingua,rugiada bruciano insieme nel fuoco eterno del tempo immobile avvinghiati dalla forza immane nascente d'amore..
    pennelli morbidi di memoria ritraggono immagini riflesse dal lago..vele spiegate alla fantasia..il germoglio d'amore ha la sua primavera e sboccia nella mente estasiata...tutto ciò che si mescola all'amata è un infinito niente..la nuova tela del futuro abbozza una realtà che non è più apparenza..
    l'amore ha trovato il suo passo...e la poesia sublime s'incammina avvolgendo le due anime innamorate..

    RispondiElimina
  3. La lirica si presenta ricca di immagini suggestive e di metafore : la bocca dell’amata diviene prigione dorata, i seni sono colline mentre i sensi forniscono percezioni meravigliose, illuminanti e allo stesso tempo invisibili. La ragione non esiste più e il tempo stesso si ferma perché sommersi dal fuoco d’amore. La memoria si immerge e si confonde nella fantasia come il pennello sulla tavolozza dei colori per dipingere le tele di un futuro vero. Nella mente si fa strada la scoperta dell’amore, la possibilità di andare oltre le illusioni per vivere l’amore concretamente. Magnifica lirica questa tua, per forma, stile e contenuti !

    DEBORAH MEGA

    RispondiElimina
  4. Molto delicata, dolce e allo stesso tempo chiara, trasparente. Amo in modo particolare le poesie che fanno riferimento ai paesaggi, alla natura, metafore sottili per dare un messaggio di amore.
    Grazie, complimenti per la tua bellissima scrittura
    Tatiana Andena

    RispondiElimina
  5. Bella poesia, ricca di delicati suggestioni, passioni che scaturiscono come flutti d'acqua, desideri che si esprimono con ritmo incalzante, sottili metafore sull'amore, quest'amore rico di colpi di scena e di conivolgenti passioni. I versi scorrono alla ricerca di un piacere paradisiaco e l'unico panorama della poesia è l'amore.
    La figura di donna in serena attesa di donarsi e la musica suggestiva con il moto delle onde rendono ancora più plastico lo scenario. Complimneti
    Antonio Lanza

    RispondiElimina
  6. silvia calzolari31 marzo 2010 23:52

    ...guardare oltre il velo delle illusioni...sentire fuoco...passione...nascita...rinascita nel perdersi nell'amore. "Sboccia
    per poi fiorire
    una stagione tenera
    un germoglio d'amore
    ancora trasparente". Versi che elevano la bellezza e la purezza di sentimento senza nascondersi solo in totale avvolgimento...che comunica estasi amorosa! Autenticità e forza di versi che regalano all'amata e a se stessi un progredire di emozione che vibra in trasporto. Si respira romanticismo e passione...come non rimanere... noi donne...catturate!!! Grande poetare Giorgio!

    RispondiElimina
  7. Suggestiva,ricca di metafore, immagini,desideri.Sollevato il velo delle illusioni,si perscepisce l'esile nascere di un amore.Chiarissima e permeata da un sottile romanticismo,si esalta nella vitalità di un piccolo germoglio, ancora delicatissimo,ma destinato a fiorire in un grande amore.La fantasia sommerge la ragione e sognate immagini di tele e colori si eleveranno per dare suggestivi e reali significati ad un prossimo futuro.Ren

    RispondiElimina
  8. Nel quadro in progressione
    della mia mente
    sboccia
    per poi fiorire
    una stagione tenera
    un germoglio d'amore
    ancora trasparente

    E' un amore che si va delineando come un quadro che si dipinge a pennellate, e che fiorirà, splenderà in una stagione fiorita, in un paesaggio definito.
    La speranza che questo amore ,ancora incerto e informe, germogli poi forte e intenso.

    RispondiElimina
  9. Maria de Giorgi

    Idilliaco scenario che accende la passione...da brivido...mi ha rapita. Bravissimo

    RispondiElimina
  10. Laura De Biasi

    l'istinto che provoca l'amore è un atto che sigilla quell'emozione intensa che il cuore saggia e l'anima si avvolge...l'amore e l'estasi si sprigionano in un inferno/paradiso che coglie ogni piccolo gesto...si brucia d'amore,di piacere,di gioia e di felicità infinita...
    Una poesia piena di amore e eros,connubio perfetto per due anime senza tempo.

    RispondiElimina
  11. Susanna Garavoglia

    libertà ai sensi...un arcobaleno di passione...bella

    RispondiElimina
  12. da un germoglio d'amore non appariscente a un sogno che si trasforma in un futuro reale, ardente nel fuoco del tempo. Suggestioni, passione, amore, lieve pennellata con colori di niente ce diventano vividi. Conosco la bravura di Giorgio nel tratteggiare i sentimenti, davvero molto bella la poesia che sboccai sotto le mani dell'artista pittore.
    Francesca Varagona

    RispondiElimina
  13. Wanda Allievi1 aprile 2010 05:41

    "Nel quadro in progressione
    della mia mente
    sboccia
    per poi fiorire
    una stagione tenera
    un germoglio d'amore
    ancora trasparente"
    Belle queste parole, delicate e speranzose di un "germoglio d'amore" che si schiuda come un fiore a primavera...

    Dipingendo nuove tele
    di futuro
    reale

    Non piu' appariscente

    In queste parole finali, il germoglio d'amore, non è più trasparente ed appariscente, ma un futuro reale.

    Molto bella e dolce...grazie

    RispondiElimina
  14. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno commentato il mio scritto...un abbraccio...
    Giorgio Filippini*

    RispondiElimina
  15. Vi invito a notare il quadro di Hopper, un iperrealista americano, che si rifàn all'ambiente urbano e molti dei suoi quadri hanno offerto lo spunto di alcune inquadrature dei migliori film statunitensi. Si avverte un senso di solitudine e di velata malinconia, nella rigidità della posizione. e' l'alienazione della società mercificata.

    RispondiElimina
  16. Ringrazio di cuore Gloria per avermi ospitato sul suo blog...un abbraccio...

    RispondiElimina
  17. MOlto bella e delicata, un amore passionale, sviscerale, che si coglie in alcuni aspetti della natura in modo eloquente e paradisiaco dove tutto fa sperara alla rinascita di un amore più forte e fisso nel tempo, come un fiore che si schiude a primavera. Sono daccordo con te Gloria sulla descrizione del dipinto unico nel suo stile, dove si delinea l'effetto del chiaro-scuro, la staticità, la desolazione e lo squallore del luogo e delle cose e la profonda tristezza dell'uomo, la sua solitudine, dramma che si riflette nel corpo rigido di una donna, ma nn a caso la lettura come chiave interpretativa. L'uomo come si presenta nella società odierna. Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. @ Nicoletta...grazie di cuore per tuo bellissimo commento,molto riflessivo,fa' pensare...ciao
    F.Giorgio

    RispondiElimina