mercoledì 3 marzo 2010

SPONDA di Silvia Calzolari





(Paul Klee, Zwitschermaschine)


Se sei solo
importa al mio vento
che di reale non ha nulla.
Una goccia
da fonte
è già fiume
in crescita
senza sapere
attende mare.
La sponda
è in salice piangente
nella quiete odiata
come rifiuto d'anima
in colorimmagini.
La mia corrente amplifica
come necessità
il percorrere vita
accoglie navigante in balia
senza possibilità di ritorno.





40 commenti:

  1. Cercare di cercarsi....un viaggio senza ritorno....o un ritorno verso se stessi....senza aver mai viaggiato....Brava Silvia....sempre trasognata ma Viva....

    Franco Cristalli

    RispondiElimina
  2. meravigliosa poesia....la goccia che gia si sente fiume e che il mare già attende......questo salice che segue lo scorrere continuo delle acque...metafora del tempo che passa sotto gli occhi ora indifferenti...ora attenti del mondo....scivola dolcemente lasciando un senso di tranquillutà...molto bella!!

    RispondiElimina
  3. silvia calzolari9 marzo 2010 12:47

    Grazie Franco Cristalli....sempre trasognata ma VIVA!!!

    RispondiElimina
  4. silvia calzolari9 marzo 2010 12:48

    Metafora del tempo....il tuo sentire tranquillo....in mia corrente amplificata! Grazie Gianky!

    RispondiElimina
  5. graziella Ardia9 marzo 2010 13:15

    Tutto scorre... questo tua appassionata voglia di frenare la corrente è emozione vitale che trattirne la vita, l'amore, inutili sono le sponde quando il fiume è in piena e tu sei una ricca corrente di creatività dolce e potente: micidiale!

    RispondiElimina
  6. silvia calzolari9 marzo 2010 13:22

    Un bacio d'amicizia e di sentire a te Graziella! ...inutile le sponde quando il fiume è in piena....nulla di più vero! Lusingata dal tuo commento grazie!

    RispondiElimina
  7. Dear Silvia, your poem is absolutely beautiful. Congratulations and thank you so much... :)

    Manfred W. Steffen

    RispondiElimina
  8. ...a volte si naviga in balie delle onde...senza una meta..senza un ritorno..in attesa di un dolce sentire...GRazie Silvia..un abbraccio..Carmen Pettinaro

    RispondiElimina
  9. Wanda Allievi9 marzo 2010 22:48

    "Se sei solo
    importa al mio vento
    che di reale non ha nulla."
    Si...ognuno è solo con se stesso, e a chi importa se ti senti solo? Al vento??? Ma chi è il vento? Si ci può fare compagnia per un attimo, con le sue folate, leggere e violente, ma poi il vento soffia e se ne va e rimaniamo con qualche ciocca di capelli spettinati e niente più...
    Bella...grazie Wanda

    RispondiElimina
  10. mi piace molto e traspare profilo di donnartista di grande fascino sensibile dal talento poetico spiccato.. poi la imago di klee, tra i miei maestri..
    r.m.

    RispondiElimina
  11. Ispirazione fantastica, versi che arrivano come raggi di tiepido sole e che aprono il cuore. Chi siamo? cosa cerchiamo? a chi confidiamo? C'è un percorso molto emozionante
    Antonio Lanza

    RispondiElimina
  12. silvia calzolari9 marzo 2010 23:44

    Thank you very much dear Manfred!!!

    RispondiElimina
  13. ...scorre la vita come un fiume in piena...rompe l'impetuoso flusso delle acque gli argini...a volte...contenute le emozioni...altre...noi siamo sole,acqua,vento,della nostra anima delirio...del nostro cuore tempesta...quiete serena che nasce da dentro...e molto,molto di più...
    Bellissima,grazie.
    Barbara.

    RispondiElimina
  14. Poesia netta,senza sbavature,nella quale filtrano momenti ermetici,senza sperpero di inutili parole,tesa all'essenziale.Profonda riflessione, in cui apprezziamo il linguaggio narrativo che corre dalla fantasia al verso con limpida sicurezza,sapendo che come la goccia diventerà mare,tutto scorre,niente fermera' il percorso della vita che appare come fiume tra le sponde, inarrestabile. Così come è inarrestabile l'esistenza di ciascuno di noi che,al poeta, appare come quella di un navigante cui è preclusa ogni la possibilità di ritorno. Ren

    RispondiElimina
  15. Poesia che scorre limpida,netta,senza sbavature,con accenni ermetici e proposti da una non comune fantasia.La goccia,che non sa che il mare l'attende, il fiume che scende veloce, a stento trattenuto dagli argini, sono altrettante metafore della nostra vita che segue un suo inarrestabile percorso,tra mille ostacoli e mille difficoltà.Siamo tutti legati ad un destino,come quel marinaio che sa che il suo andare non avrà ritorno.

    RispondiElimina
  16. Quando ci si trova in versi cosi' metaforici e simbolisti ci si incanta perchè in essi traspaiono tutto l'io di una persona, il suo carattere, iul suo ottimismo, il suo altruismo.Il verso che mi ha colpito di più e che da' l'essere a questa lirica è : " La sponda è in salice piangente nella quiete odiata come rifugio d'anima come rifugio d'anima in colorimmagini" Stupendo Complimenti Silvia...Bruno Belli anche gli schizzetti e la canzone che dovrebbe significare vecchio uomo e miss bellezza...

    RispondiElimina
  17. giuseppe Verde....il tempo ci lascia spesso spettatori inermi della nostra stessa vita ...vita che si evolve nelle speranze e si nutre di ricordi......ciao Silvia.10/03/10

    RispondiElimina
  18. Ciao Silvia, grazie per avermi fatto partecipe a questa delizia di poesia... che si può aspettare da te se non una dolce melodia in poesia.
    Grazie ancora ... Gianfranco

    RispondiElimina
  19. silvia calzolari10 marzo 2010 06:15

    Si naviga in balia delle onde...in attesa...grazie Carmen Pettinaro!

    RispondiElimina
  20. silvia calzolari10 marzo 2010 06:16

    Si rimane in solitudine....il passaggio del vento dona e poi abbandona....grazie amica Wanda!!!!

    RispondiElimina
  21. silvia calzolari10 marzo 2010 06:22

    Grazie Roberto (Erremme ArtistaEstraordinario)....emozionata per il tuo sentire e per il tuo commento. Sicura che Paul Klee....catturasse la tua visione/artista... Opera scelta da Gloria in abbinamento alla poesia. Un caro abbraccio!

    RispondiElimina
  22. silvia calzolari10 marzo 2010 06:26

    Carissimo Antonio Lanza...il percorso/vita...di cui il viaggio/fiume è metafora. Domande sempre in ricerca di risposte, tra corrente che si vuole seguire e sponde che necessariamente ci limitano. Grazie!

    RispondiElimina
  23. silvia calzolari10 marzo 2010 06:32

    Grazie Bruno Zapparrata. " La sponda è in salice piangente nella quiete odiata come rifugio d'anima come rifugio d'anima in colorimmagini"....la sponda piangente in quanto ferma bloccata (e quindi odiata)....però rifugio dove sognare. Il video splendido... sono perfettamente d'accordo... scelta mirata di Gloria! Onorata dal tuo commento Bruno!

    RispondiElimina
  24. Una goccia senza sapere attende il mare, dice il poeta, e si perde nell'infinità delle altre gocce, il navigante procede senza avere la possibilità di tornare, ma non c'è anche amore della scoperta, della profondità dell'essere, in questo fluire? e la sponda, accanto al salice piangente, appare come privilegiato angolo visuale per l'osservatore, nell'odiata quiete. Le colorimmagini fluiscono lente, e lo sbocco è l'infinita grandezza che accoglie la piccola goccia. Questo è quanto ho colto dalla tua poesia, chiusa come in uno scrigno prezioso.
    Francesca Varagona

    RispondiElimina
  25. silvia calzolari10 marzo 2010 06:45

    Non avevo dubbi Francesca Varagona.... il tuo commento evidenzia e coglie il senso. Goccia...piccola...da cui poi sgorga fiume....sponda/limite....grandezza in corrente che stimola...accoglie... Gratificata ti ringrazio per la tua presenza!!!

    RispondiElimina
  26. è molto dolce e delicata,questa poesia di Silvia che conosco poco..
    La sponda, il mare...mi fa pensare a un amore immenso che attende, senza corse o ragioni, il suo destino..osservarlo nel silenzio delle cose forse impossibili, restare a guardarlo senza pensare a cosa ne sarà di una emozione che comunque sta dando un senso, il senso.
    Grazie, molto intensa e femminile.
    Un abbraccio
    Tatiana Andena

    RispondiElimina
  27. silvia calzolari10 marzo 2010 11:54

    Goccia/fiume/mare....amore immenso (corrente)...sponda (silenzio) in impossibilità da dove osservare il senso. Sensibile e preciso commento il tuo carissima Tiziana! Grazie!!!

    RispondiElimina
  28. Poesia che mi appare uno scrigno ermetico dal quale però fuoriesce chiaro il senso dell'apertura e dell'attesa di un amore che si riveli... cresca... e vada incontro senza tentennamenti al suo destino...
    Complimenti...
    Tony Kospan

    RispondiElimina
  29. Sono molto contenta che abbiate accolto con ntusiamo Silvia Calzolari,una delle voci più sensibli e accattivanti tra i poeti di qui.
    Silvia cura molto le sue poesie,il lessico e il ritmo, offrendoci dei versi nitidi, essenziali e altamente espressivi.

    RispondiElimina
  30. silvia calzolari10 marzo 2010 21:00

    Grazie Tony Kospan, grata ed emozionata per il tuo gentile commento. Amore nel suo percorso fiume/mare in crescita e vulnerabilità. Un caro abbraccio!

    RispondiElimina
  31. silvia calzolari10 marzo 2010 21:06

    Carissima Gloria, ti sono riconoscente per avermi dato questa opportunità. Le tue parole non solo mi gratificano ma mi commuovono profondamente. La mia passione per la poesia vive da sempre e "ascoltare" voci che recepiscono emozioni dal mio linguaggio/sentire mi rendono estremamente felice! Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  32. Ritengo la POESIA sotto qualunque forma essa si presenti"clandestina" o meno... la più intensa,vera e profonda espressione della nostra mente,del nostro cuore,della nostra anima! Cadono maschere,cadono orpelli,resta solo l'anima,nuda e cruda!! Ti faccio i più sinceri complimenti perchè questa tua bella e delicata poesia ha arricchito la mia anima di vibranti "emozioni"! In bocca al lupo per tutto.
    A.P.

    RispondiElimina
  33. silvia calzolari11 marzo 2010 05:47

    La poesia è vita...espressione-liberazione del sentire profondo. Anima nuda... Condivido il tuo pensiero A. P. e ti ringrazio per il gentile complimento. Felice di aver suscitato in te emozioni vibranti!!! Un caro saluto!

    RispondiElimina
  34. silvia calzolari11 marzo 2010 05:49

    GRAZIE ANTONELLA PALERMO!

    RispondiElimina
  35. Rosalba Di Vona11 marzo 2010 06:47

    Assenza di inutili fronzoli in una lirica ricca di espressioni auliche che denotano la grande capacità descrittiva dell’autrice. Quasi ermetica e racchiusa nel suo forziere resta comunque morbida anche grazie alle metafore che l’arricchiscono e l’impreziosiscono, lasciando evincere il desiderio di un vero sentimento. Trasparente e sicura la goccia si trasformerà in fiume e niente fermerà la sua corsa verso il mare, è proprio come il percorso della nostra esistenza che pur tra tante difficoltà impietosamente avanti.
    Grazie Silvia

    RispondiElimina
  36. silvia calzolari11 marzo 2010 07:50

    Impietosamente avanti...tra tante difficoltà. Goccia che cresce si espande senza potere nè volere fermare la sua corsa. Il tuo commento analitico centra perfettamente il mio senso. Ti ringrazio con affetto carissima Rosalba!

    RispondiElimina
  37. La goccia è già un fiume in crescita senza sapere che l'attende il mare, inquetanti fantasie si muovono, la sponda è ferma in salice piangente, ma non argina il divenire è l'appoggio e il riferimento del percorrere la vita...la corrente si amplifica e la vita è trasccinata dal vortice e in balie delle onde...senza ritorno.Splendida fantasiosa penetrante.....Mauro

    RispondiElimina
  38. silvia calzolari11 marzo 2010 23:34

    Goccia già fiume in crescita...senza consapevolezza del mare.... Percorso vita con sponda che non può fermare il divenire. Vortice di corrente senza ritorno. Carissimo Mauro grazie per la tua splendida presenza!!!

    RispondiElimina
  39. Silvia, sono Tony di Radio Si - Bruxelles ieri ho letto nel mio programma "Musica e parole" questa tua stupenda poesia vovelo inviarltela ma non ho il tuo indirizzo email. La si puo ascoltare anceh dal mio sito http://www.musicaeparole.org A presto augurandoti una bellissima domenica Tony

    RispondiElimina
  40. silvia calzolari14 marzo 2010 05:54

    Grazie Tony sei un tesoro!!!! Ne sono felicissima provvedo subito a mandarti privatamente la mia mail! Grazie... riconoscente per la tua attenzione e amicizia! A presto!

    RispondiElimina