lunedì 11 ottobre 2010

LA FONTANA di Anna Salvati

(Porta Kosmica, olio su tela, in foto bacheca di Anna Salvati)
da Facebook
"Splendida questa porta cosmica, da qui si entra nei segreti del sè e di tutti gli archetipi del nostro animo."
" ‎...misteriosa...calamitante... il giallo attira...verso il suo centro segreto....e le "cornici" hanno il sapore di cieli e spazio.... Uno Stargate....che apre sulla realtà! Bellissima la tua porta in dono Anna!"
"grazie ............sì è vero....vi invito a altrepassare questa porta interdimensionale che porta all'interno di noi per arrivare al centro della nostra Galassia dove c'è...........






la grande cisterna di istanbul





Io sono la Fontana
l'Acqua scivola dentro
racconta antiche favole
porta via la tristezza
purifica il cuore dall'ipocrisia
della gente

Guardo nell'Anima
e vedo Acqua






20 commenti:

  1. Riporto qui un brano del manifesto del neo-alluminismo del grande Bichi,cui Anna aderisce.
    Servirà a comprendere meglio la poestica e la visione artistica di Anna.

    L’arte odierna è a cosmica.
    Ciò che in tempi antichi veniva sperimentato come unione con la bellezza delle entità di tutto il cosmo, è divenuta sola riproduzione di forme esteriori. Non potendo più sperimentare in modo vivo e reale lo Spirito cosmico in sé, lo si riproduce trasponendolo in imitazione tramite strumenti musicali, quadri, forme scultoree, colori che rievochino in modo morto, quelle esperienze che una volta invece venivano vissute come vivente percezione diretta.
    L’antico sentiva la musica delle sfere; percepiva direttamente le entità del suono creatore, gli esseri pensiero che apparivano in forme multicolori e in forme meravigliose.
    L’arte suscita ancora emozioni, ma non più in modo diretto e vivente: non s’incontra più l’angelo del violetto o l’angelo del re minore, ma se ne ode o se ne vede solo l’ombra rieccheggiante.
    La religione d’oggi è ateistica.
    La religione è divenuta solo una questione interiore dell’anima.Ogni contenuto o conoscenza veggente del passato nella quale è andata perduta la conoscenza stessa, tramutatasi in assiomi, regole e dogmi.
    Ogni fede è reminescenza di un antico contenuto di conoscenza veggente, promanante dall’esperienza intuitiva dell’io che fu degli antichi.
    Ogni teologia è divenuta sempre più una specie di teologia storica, nella quale si accolgono solo antiche idee sul regno divino ricavate dalla saggezza di veggenti, profeti. Non vi è esperienza, ma conoscenza acquisita a mezzo di terzi.
    Ciò che una volta veniva vissuto come un’unione piena con il divino che compentra il tutto, è divenuta una speranza di potersi unire nel buio della propria anima con un Dio personale, che buono e compassionevole scusa per ogni malefatta, che aiuta ad autoaffermarsi, sopratutto diverso da quello della bibbia e da quello degli altri. Si è capovolto il comandamento: “Non avrai altro dio all’infuori di te.”

    Osservando le creazioni e meditando sulla concezione Neoalluminista di Luciano Bichi, il Thorel sembra voler affermare: solo l’iniziato è in realtà il vero artista; colui che riesce a riassumere la triade ateismo, acosmismo e agnosticismo in un atto singolo. Ricongiunge (re-ligo) ciò che è stato separato. Riunisce tre arti, tre organi che smembrati come avvenne nella leggenda d’Osiride, da parti cadaveriche, ciò verrà ricongiunto, finiranno le pene, i dolori e le sofferenze sulla Terra. L’uomo capirà che in realtà egli non fu mai stato separato da Dio e dal mondo, ma che sempre n’era congiunto. Soltanto che solo allora lo saprà, e solo allora potrà godere della gloria di ciò che significhi essere un figlio di Dio.

    Tiziano Bellucci

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Questa raccolta è la prima delle raccolte dedicata ai cinque elementi.
    L'Acqua è il sangue della Terra che attraverso le sue vene ed arterie - ruscelli e fiumi - lava il pianeta durante il tragitto dalla sorgente al Mare, all'Oceano.
    È un'enorme riserva di Vita per tutti noi.
    L'Acqua è Vita: assorbita attraverso la pelle o, ingerita quando si ha sete.
    È un potente fattore di protezione e purificazione.
    L'Acqua è viva: assorbe e pulisce a livello fisico, psichico e spirituale. Oltre che assorbire trasmuta.
    L'Acqua ha una sua memoria.
    L'Acqua è simbolo universale di lavare, purificare, risanare.
    È benedizione.
    Si beve a piccoli sorsi con la consapevolezza d'ingerire qualcosa di sacro. Qualcosa che pulisce dentro.
    È un elemento che ci dà Vita perché ha in sé tutti i componenti vitali per il pianeta e per tutte le molteplici forme di Vita: umane e non.
    Non dimentichiamo che siamo composti per il 70% circa di Acqua.
    Siamo fluidi, umorali.
    L'Acqua simboleggia anche la natura emotiva dell'Uomo.

    RispondiElimina
  4. GGI ABBIAMO UN'ARTISTA POLIEDRICA, COMPLETA. pITTURA E MUSICA SI FONONO IN UN AFFRESCO DI STRAORNIARIA BELLEZA E CON UN MESSAGGIO SEMPLICE E DIRETTO. l'ACQUA PURIFICATRICE, L'ELEMENTO PER ECCELLENZA CHE CON IL SUO SCORRERE SEGNA I MOTI DELL'ANIMA, E MOMENTI DELLA VITA, LA SUA SACRALITà CHE CI ELEVA E CI FA VIVERE LE NOSTRE EMOZIONI. bRAVA E COMPLIMENTI PER LE DELIZIE OFFERTECI

    RispondiElimina
  5. Anna mi scusu , non mi sono firmato. Una occasone per rivivere un'altra emozione
    ANTONIO LANZA

    RispondiElimina
  6. - mmmmm... l'ultima strofa non si capisce. E' molto piacevole l'intro dei versi ma non si spiega la frase finale. Mi scuso per non aver capito il nesso, seppur poesia è... Pino Soprano.

    RispondiElimina
  7. una sorgente d' acqua quale è naturalmente la donna, che viene a dissetarmi a sorsi nei momenti d' arsura dell' anima, la samaritana e la maria di Magdala che adoro per la grande profusione d amore..., lì, la mia sete si placa.., alle vostre sorgenti
    Alfonso Severino

    RispondiElimina
  8. Sì, anche a me piace questa felice fusione di visone e ascolto. Che formano un unicum ricco e armonioso a più voci, insolito e affascinante. Quelle voci che si ascoltano come venir da lontano (appartengono infatti ad altro sito, quello di facebook), di cui si sente l'eco magica e che ci introduce a una dimensione onirica e del profondo, come al profondo appartengono gli ultimi due versi,dove si annida il mistero della vita, così ben evocata dall'immagine della grande cisterna.

    RispondiElimina
  9. PIERO LO IACONO

    acqua e anima coincidono
    come forze primigenie
    originarie ataviche di purezza, vita e vitalità
    attiva ed eruttiva...........

    calamitante....vitale....magnetica....
    inalienabile...inviolabile.........

    "...purifica il cuore dall'ipocrisia
    della gente"

    brava----

    complimenti anche alla generosa mecenate Gloria
    per la scelta........multimediale-------

    PIERO LO IACONO

    RispondiElimina
  10. e'nuova, diversa, ma che sguardo profondo in questa fontana fatta di acqua che si rinnova, acqua limpida, questo mi ha trasmesso
    Grazie

    Tatyana Andena

    RispondiElimina
  11. Non a caso nella mitologia greca le fonti,etimo della parola fontane,erano dimora delle Naiadi,ninfe mortali,conosciute come la personificazione di uno degli elementi primigenii della natura e cioè dell'Acqua.E l'Acqua ha da, tempi immemori, rappresentato l'elemento purificatore sia del corpo che dello spirito e nei riti pagani e in quelli cristiani,come ad esempio nel sacramento del battesimo.La poesia,piccola,ma densa di significati,ne trae un momento di riflessione e di purezza,tale da essere indicato come entità capace di emendare la gente da ogni ipocrisia e di dare limpidezza e ai più profondi recessi del nostro animo. Ren

    RispondiElimina
  12. ottimo, grazie..
    roberto matarazzo

    RispondiElimina
  13. silvia calzolari16 ottobre 2010 07:00

    Attratta dal....tuo Stargate Anna...come attirata dal tuo invito ad entrare nell'interdimensionale.....per "sentire" la nostra profonda e immensa galassia.... I nostri luoghi esplorati inesplorati....esplorabili e inesplorabili....ma calamitanti e unici.... Mi tuffo volentieri nella tua FONTANA...elemento acqua....liquido anima...in purificazione come sciogliere/sciogliersi, liberarsi dalla tristezza e dall'ipocrizia.... nuotare nel sè/sogno/favola.... La proposta di viaggio attraverso gli elementi visibili e invisibili è il percorso senza mai fine...l'unico autentico/splendido per cui il nostro vivere ha davvero senso. SONO ENTUSIASTA ....GRAZIE ANNA....GRAZIE GLORIA!!! <3

    RispondiElimina
  14. Bel dipinto.
    La poesia, anche servendosi di poche parole comuni, anche sembrando una "spiegazione, porta al compimento del senso, della purezza, del lavaggio (per la salvezza?)
    Mi intriga molto: "Io sono la Fontana" (la sorgente)
    Un saluto,
    B.

    RispondiElimina
  15. Nel linguaggio degli elementi,idee progetti fantasie si fondono in soluzioni acquee. Nel regno psicologico spirito e materia si fondono come acqua mescolata all'acqua. l'acqua dell'animo non solo dissolve e purifica, ma forma anche la matrice uterina da cui nasce la vita., o qualcosa di rinnovato. La Rinascita. E la porta che mette in comunicazione il microcosmo interiore con quello esterno apre anche sulla rinascita dell'io. E' quella la porta che noi non sappiamo di poter aprire, che temiamo,perchè ci porta in un'altra dimensione più vera in cui ci riveliamo a noi stessi e alfine 'siamo'! Ma questo psocesso ci sgomenta...

    Antonello Piccolo

    RispondiElimina
  16. guardo l'anima e vedo l'acqua, perché l'Acqua è l'origine, la Fonte di tutte le cose e di tutti i viventi, quindi se io sono la fontana, io sono l'origine, l'inizio che purifica e mi specchio nell'anima. è una poesia profonda, il dipinto che attrae verso il giallo centrale - la luce, il sole, anch'esso vita - con l'acqua che si ritira ai bordi è in qualche modo fusione ma distinta di anima e corpo.
    molto bella, piacere di avere conosciuto una nuova artista così completa
    Francesca Varagona

    RispondiElimina
  17. Entro in questa poesia, attraverso questo dipinto e trovo gli echi profondi del mio essere, del nostro essere ...
    l'acqua è per me la forza suprema e invicibile, il nutrimento essenziale..
    Connubio perfetto di semplici potenti parole e di un'immagine calamitante ..
    Trovo il mio "centro" e ringrazio Anna per la profonda bellezza vera..
    Marilina Manzo

    RispondiElimina
  18. grazie a tutti, amici cari, per la vostra cura nelle lettura e per saper ascoltare e sentire la poesia

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Grazie a tutti per i commenti... dipingere, scrivere romanzi e poesie, fare ceramica è il modo per condividere con gli altri ciò che sento... Anna Salvati

    RispondiElimina