sabato 27 agosto 2011

BUONA NOTTE STELLE di Anna Laura Bobbi

(Salvador Dalì, Il sogno)


Stille, bagliori riflessi

volteggiano in tenebra.

Appare sparisce

ritorna si eclissa

s’arrotola in nembi

di soffici tratti piumati.

- O stelle, si sente la voce?-

Quaggiù, in questo altrove

pianti sospiri sussurri risa.

La testa affondo

in quella tenebra

che fluida

assorbe inchiostro

e miraggi rimanda.

Lusinghe di stelle vado cercando

blandizie di stelle a detergere

polveri

su frontiere infrante.

E carri e orse e cigni

e aquile e arieti e balene

mi affanno e rincorro

percorro nel cielo

si perde lo sguardo

a piombo nell’infinito

stramazzo.


UN'ALTRA POESIA DI LAURA
LETTA DA FRANCO PICCHINI

giovedì 11 agosto 2011

PIETRA di Alma Passarelli Pula

(un particolare del quadro "Il segreto" di Alma Passarelli Pula)


soffiavano sassi stanotte

sentieri d'oblio accatastati

come legna arsa

bruciature segnate su parallele rette

viaggiavano strette le mani

in cosce tremanti

in visibili fasti

re e regine poste in tele

fuori fuori dall'aria

fuori da vento sporco

in auto smunto

in universo mutante

eppure morte segna vita

angolo segna potere

scrivo vicine lingue d'inchiostro

registro silenzio porpora e ventaglio






venerdì 5 agosto 2011

SEGRETA di Daniela Cattani Rusich

[Universi concatenati (Universi e mente) - foto di Antonio Limoncelli]


Arrenditi fra le mie braccia fragili,
scivola piano ai bordi del mio cuore;

io ti ho nascosto ormai tra mille angoli
e nevica un silenzio che assassina...

Assolvimi per questo cielo inutile
pieno di voli e abissi senza scampo:
ricorda che bellezza non perdona,
svicola serpe in fondo ai desideri.

E quel che è stato è cibo per i cani
- ruvido istinto che incatena ai limiti -
Volgi lo sguardo, la tua strada è libera:
assolo e dissonanza ancora tiepidi.

Tutto mi tace intorno come l'ombra
del mondo, che si allunga sulla via.
Gli occhi di un cieco, tu, li hai mai guardati?
Sono rivolti al sogno, che non muta!

Conta solo il respiro, mentre il tempo
ignaro, arresta il passo sulla soglia.
Nevica adesso, e ormai s'è fatto tardi...
la parola soltanto gronda sangue.

Segreta.